Omar Shamshoon, l’Homer d’Arabia

Lo show d’animazione più amato in Occidente, tradotto e riadattato per il mondo musulmano: un imprevisto flop Se avete mai...

Lo show d’animazione più amato in Occidente, tradotto e riadattato per il mondo musulmano: un imprevisto flop

Se avete mai visitato il Medio Oriente, saprete che i programmi televisivi importati dall’America sono spesso epurati dai contenuti culturalmente problematici. Scoprirete anche che alcuni programmi non sono così facili da essere “arabizzati”.

LA TV DEL MONDO ARABO - Alla fine del 1991, la Medio Oriente Broadcasting Corporation (MBC) è andata in onda per la prima volta. Era la prima rete tv satellitare di proprietà privata indipendente del mondo arabo, e la prima ad offrire contenuti in lingua araba, gratuitamente, a chiunque disponesse di una parabola satellitare, per ventiquattrore al giorno. Negli anni seguenti, innumerevoli show televisivi americani, tutto, da Amici a The Late Show con David Letterman a Two and a Man Half a McGyver Dr. Phil e Oprah hanno trovato posto su questi canali, doppiati o sottotitolati, ma sempre epurati dei contenuti “culturalmente offensivi”. Vediamo la storia della traduzione, non solo linguistica ma soprattutto culturale, di uno dei più amati show occidentali: i Simpsons.

HOMER D’ARABIA - Non si è badato a spese per preparare il lancio de “I Simpson” per il mercato arabo. I migliori sceneggiatori televisivi del mondo arabo sono stati assunti per tradurre gli episodi. Per rendere lo spettacolo meno “straniero”, Homer Simpson è stato rinominato Shamshoon Omar, e lo show è stato ribattezzato “Al Shamshoon”. Il Shamshoons” (Marge Simpson è diventata Mona Shamshoon, Badr è il nome arabo di Bart, Lisa è diventata Beesa.)

BIRRA E HOT DOG VERSIONE ARABA – La birra Duff di Homer Simpson diventa una bevanda alla frutta. Homer mangia hot dog e ciambelle, ma l’egiziano Omar mangia salsicce di manzo e biscotti Khak, che, come le ciambelle, sono spesso realizzati con un buco nel mezzo. Sono stati ovviamente tagliati gli episodi a forte contenuto religioso. Solo il celebre D’oh!è rimasto “D’oh!”.

LANCIO D’ECCEZIONE - L’episodio più importante di Al Shamshoon fu trasmesso nell’ottobre 2005, la prima notte del mese sacro del Ramadan, la principale prima serata TV dell’anno. I musulmani digiunano dall’alba al tramonto durante il Ramadan, e dopo il tramonto il digiuno viene rotto con un pasto serale. Allora, milioni di fedeli si riuniscono di notte a guardare la TV.

INSUCCESSO A SORPRESA – Benché fossero già stati programmati 52 episodi nonché la proiezione delle 17 stagioni dei Simpson negli anni a venire, è stata annullata dopo solo 34 spettacoli. Perché? Perché la gente non la guardava. Al Shamshoon si rivelò troppo strano per la maggioranza degli spettatori, soprattutto in una parte del mondo in cui i Simpsons erano ancora visti come cartoni animati d’intrattenimento per i bambini.