|

Raffaele Cantone: chi è l’uomo di Renzi per l’Autorità contro la corruzione

Raffaele Cantone è l’uomo che Matteo Renzi nominerà mercoledì all’Autorità contro la corruzione, l’organismo voluto dal governo Monti e non ancora in funzione prima del governo dell’ex sindaco di Firenze. Liana Milella su Repubblica tratteggia un ritratto del magistrato:

Cantone ha “inventato” questa nuova figura di authority, che prende il posto del vecchio commissario cancellato dal governo Berlusconi. Ha detto Renzi ieri sera sempre da Fazio: «Nel mondo siamo percepiti come un Paese corrotto. Per prima cosa bisogna smettere di rubare e chi ruba deve pagare. Ma c’è un passaggio ulteriore: se l’anti-corruzione prevista da Monti parte, nei ranking internazionali l’Italia recupera dieci posizioni. Ma c’è bisogno di persone valide». È questo il biglietto da visita per Cantone il quale, in perfetta sintonia con Renzi, giusto qualche mese fa, nel corso di un dibattito in Cassazione sulla corruzione, ne aveva parlato così: «È un dei fattori che non consente all’economia italiana di decollare». Ancora: «È un potente freno allo sviluppo».

 raffaele cantone corruzione matteo renzi (20)

Raffaele Cantone: chi è l’uomo di Renzi per l’autorità contro la corruzione (foto)

CHI E’ RAFFAELE CANTONE – Ma chi è Raffaele Cantone? Repubblica ricorda che è stato pubblico ministero a Napoli negli anni caldi della lotta alla camorra, arriva nel 1999 e va via dopo otto anni, nel 2007, quando scade il limite, sempre criticato dalle toghe, per la permanenza nello stesso ufficio:

Ha indagato a lungo sul clan dei Casalesi e si è fatto dei nemici non da poco visto che i carabinieri costruiscono un dossier sul progetto di un attentato contro di lui studiato dal gruppo Zagaria. Da Napoli a Roma, dalle indagini sulla camorra alla traduzione in leggi di questa lotta. Consulente della commissione Antimafia, Cantone è convinto, come il procuratore nazionale Franco Roberti, che la lotta alla criminalità debba necessariamente passare per quella alla corruzione.

Raffaele Cantone: chi è l’uomo di Renzi per l’Autorità contro la corruzione (fotogallery)

Infine, il lavoro recente nelle istituzioni:

Con il governo Letta, Cantone entra nella commissione Garofoli, che scrive le nuove regole per il sequestro dei patrimoni mafiosi e per la lotta alla corruzione e che oggi è tra le mani del Guardasigilli Andrea Orlando per trasformarla in un progetto di legge. Tra gli strumenti più importanti c’è proprio la nuova figura del commissario di cui Cantone ha sempre detto: «È una figura fondamentale, senza quella non c’è lotta alla corruzione in Italia». Adesso dovrà dimostrare che è così