|

Ofelia Bontoiu: arrestato il fidanzato della ragazza uccisa a Gualdo Tadino

Per Danut Daniel Barbu ora l’accusa e’ formalizzata: omicidio volontario per aver ucciso la fidanzata Ofelia Bontoiu, 28 anni come lui, in una camera presa in affitto a Gualdo Tadino. Per questo e’ stato arrestato dai carabinieri ed e’ piantonato nell’ospedale di Branca dove ieri sera e’ stato ricoverato dopo avere tentato il suicidio.

OFELIA BONTOIU: ARRESTATO IL FIDANZATO – Le sue condizioni non sono comunque gravi e oggi il giovane e’ stato interrogato dal sostituto procuratore di Perugia Angela Avila che coordina le indagini dei militari della compagnia di Gubbio e della stazione di Gualdo. Ha risposto alle domanda del magistrato ma su quanto ha detto viene mantenuto il riserbo. Secondo indiscrezioni, comunque, Barbu non avrebbe negato la sua responsabilita’. E gli elementi emersi non hanno fatto cambiare il quadro dell’indagine. L’omicidio e il successivo tentativo di suicidio sono stati compiuti con un grande taglierino trovato nella stanza e impugnato da Barbu quasi sicuramente dopo una lite con la fidanzata. Avvenuta – ipotizzano i carabinieri – nell’ambito del burrascoso rapporto tra i due.

ofelia bontoiu gualdo tadino 2

LA RAGAZZA UCCISA A GUALDO TADINO – La Bontoiu, badante presso una famiglia in citta’, viveva a Gualdo con i genitori e i fratelli, mentre il fidanzato era arrivato da pochi giorni dalla Romania. Probabilmente voleva che la seguisse nel loro Paese, dove era tornato, o in Inghilterra, dove pare avesse un lavoro occasionale. Ieri la giovane ha incontrato il connazionale una prima volta, la mattina, sempre dall’affittacamere. E’ poi uscita per tornare nel pomeriggio. A quel punto tra i due giovani e’ successo qualcosa. Tra le ipotesi vagliate dai carabinieri quella maggiormente presa in considerazione e’ di un dissidio legato all’incertezza da parte della giovane a seguire il fidanzato lontano da Gualdo. Forse un rifiuto.

LA DINAMICA DEI FATTI – Barbu – ritiene l’accusa – ha cosi’ colpito la giovane alla gola con il taglierino, provocandole un profondo taglio che non le ha dato scampo. Poi si e’ procurato a sua volta ferite alla gola e ai polsi. Le sue condizioni sono comunque migliorate, tanto che i medici dell’ospedale di Gubbio-Gualdo-Tadino nel pomeriggio hanno sciolto la prognosi. Nella tarda mattinata, e’ stato trasferito dalla rianimazione al reparto di otorinolaringoiatria dove e’ stato interrogato dal pm e dai carabinieri. Se le condizioni resteranno stabili nella giornata domani sara’ trasferito all’infermeria del carcere di Capanne. (ANSA)