|

Frustati per aver fatto sesso gay

Quattro giovani uomini sono stati giudicato colpevoli per aver fatto del sesso gay e per questo puniti venendo frustati pubblicamente in un tribunale islamico del nord della Nigeria, secondo quanto riportato da Aljazeera.

NIGERIA-COURT-RELIGION-ISLAM-GAY-RIGHTS

LE FRUSTATE – Gli uomini sono stati condannati e puniti giovedì con 15 colpi di frusta e dovranno scontare una pena di un anno di carcere se non riusciranno a pagare la multa di 120 dollari. I quattro, di età compresa tra i 20 ed i 22 anni non avrebbero dovuto essere condannati perchè le loro confessioni sono arrivate dopo essere stati percossi ripetutamente, ha detto Dorothy Aken’Ova della Coalition for the Defence od Sexual Rights Network. La Aken’Ova ha anche riferito che per essere frustati i quattro hanno dovuto sdraiarsi sul pavimento del tribunale. Le famiglie dei condannati hanno rifiutato di ottenere un legale ed erano imbarazzate per lo stigma dell’omosessualità, cosa che molti credenti nigeriani considerano un male importato dall’occidente.

Leggi anche: Il paese dove la Chiesa è contenta della legge contro i gay.

POSSIBILITÀ DI CONDANNA A MORTE – L’udienza per il processo, che si è tenuta nella città di Bauchi, era stata rinviatea da gennaio, quando una folla ha provato a lapidare i quattro accusati fuori dal tribunale e hanno chiesto che il giudice desse loro la condanna a morte. I funzionari di sicurezza hanno dovuto sparare dei colpi in aria per disperdere la folla. Secondo la Sharia, in alcuni stati del nord della Nigera gli omosessuali possono essere condannati a morte per lapidazione o iniezione letale, anche se fino ad ora non sono mai stati presi dei provvedimenti del genere. Il giudice ha detto di essere stato indulgente perchè gli uomini hanno dichiarato che gli atti omosessuali di cui erano accusati si sono verificati in passato e che ora hanno cambiato il loro orientamento, secondo quanto riportato dalla Aken’Ova. I quattro sono solo alcuni tra le decine di persone arrestate dopo che la Nigeria ha rafforzato le sue sanzioni penali per l’omosessualità con il nuovo Same Sex Marriage Prohibition Act approvato nel mese di gennaio.