|

I ladri che baciano le vittime e non rubano in casa

Entrano in un’abitazione al piano terra per rubare ma trovano i due proprietari in salotto e, a questo punto, le due donne piu’ giovani baciano sulla guancia marito e moglie e vanno via. E’ accaduto ieri sera verso le 18 a Leverano, in provincia di Lecce, e la notizia √® riportata dall’AdnKronos.

I LADRI CHE BACIANO LE VITTIME – I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato quattro nomadi provenienti da un campo di Roma per furto in abitazione, continuato e aggravato. Si tratta di K.K. 26 anni, di Roma, con precedenti, D.G., di Belgrado, 28, incensurata; N.G., di Roma 59, incensurata, M.D. di Palestrina, 19, con precedenti. Alle 18 le prime tre, tutte donne, sono entrate nell’abitazione senza forzare la porta. Quindi hanno salutato e sono andate via. Il proprietario, ripresosi dallo stupore dopo qualche secondo, ha deciso di seguirle a distanza. Sembrava ormai averle perse di vista quando le ha viste uscire da un’altra abitazione, non distante dalla sua. Visto che le donne stavano salendo su una Fiat Panda (nuovo modello), guidata da un uomo, si e’ messo alla guida della sua vettura per osservarle a distanza.

I CARABINIERI – Dalla macchina ha chiamato i carabinieri della Stazione di Leverano. I militari di pattuglia hanno seguito i malviventi, che hanno accelerato e fatto perdere le proprie tracce. Ma, dopo aver allertato anche la Centrale Operativa di Lecce, la pattuglia di Leverano ha intercettato e fermato la Panda nel vicino centro di Copertino. Forse erano pronti a colpire nuovamente. Anche dalla seconda casa non avevano prelevato nulla, sebbene, oltre a forzare la porta, avessero messo tutto a soqquadro. La Fiat Panda, sequestrata, e’ risultata noleggiata a Roma.