|

Ottoemezzo con Corrado Augias

OTTO E MEZZO, AUGIAS E BERLUSCONI – Corrado Augias crede che nel mondo civilizzato una coalizione guidata da un pregiudicato sia una cosa senza precedenti. Freccero crede una cosa importante nello sguardo dei grillini che un po’ fa paura, un po’ lo porta a stimarli è il fatto che «ci credono».

OTTO E MEZZO AUGIAS E LE NOTIZIE – Va in onda il punto di Paolo Pagliaro incentrato sulla memoria dei politici e della pratica di dire una bestialità e poi smentirla, riferendosi soprattutto al tweet di Claudio Messora, che aveva definito «instuprabile» la Boldrini. L’amministratore del sito Noncensura, che si occupa di recuperare tutti i commenti del blog di Grillo, dice che la piattaforma è molto aperta e tutti vogliono dire la propria anche se non hanno molto da dire. Augias riporta un semplice esempio dicendo che se c’è una manifestazione dcon migliaia di persone e in pochi fanno dei danni, questi sono quelli che fanno la notizia. Parlando di internet, Freccero crede che non vi si esprima l’elite, ma chiunque, il che mostra al meglio lo specchio del paese. Augias si dice d’accordo.