|

Lucignolo e l’abominevole servizio sull’esorcismo che fa ridere tutti

Durante la puntatata di Lucignolo andata in onda ieri sera su Italia 1 è stato trasmesso un servzio nel quale si parlava del fenomeno degli esorcismi. Una ragazza chiamata con il nome di fantasia “Martina” ha contattato la redazione della trasmissione per raccontare la sua esperienza, dopo essersi riconosciuta in un video sullo stesso tema andato in onda la settimana prima durante la trasmissione.

SEMPRE PIÙ ESORCISTI – In italia sono stati  nominati decine di esorcisti, come conferma Francoise Dermine, che di professione caccia il demonio dai corpi dei posseduti: «Gli esorcisti sono sempre più numerosi». Le chiese in cui questa figura opera sono piene di persone che attendono di essere “liberate dal demonio”. Don Paolo Ciotti, anch’egli esorcista ha detto che un posseduto gli avrebbe detto «Se fosse per me ti avrei già fatto a pezzi, ti avrei già fatto fuori, ma c’è “lei” che non mi permette neanche di avvicinarmi a te. “Lei” era la Madonna, non la nomina, ha orrore a nominarla». Francois Dermine dice di aver avuto a che fare con un bambino coinvolto in riti satanici che avrebbe avuto bisogno di benedizioni.

Leggi anche: Povia spiega la teoria dei terremoti causati dalle persone a Lucignolo

LA STORIA DI MARTINA – Martina,  ragazza che ha contattato la trasmissione racconta che la sua storia è cominciata quando: «mia madre non capiva perchè ero un bambina diversa dalle altre. Rispondevo male, volevo stare sempre al buio, non mi andava di fare amicizie, mi tagliavo. Non potevo entrare in chiesa. Mi bruciava tutto». In seguito sarebbe stata visitata da uno psicologo che avrebbe consigliato – racconta Martina – di portarla da un esorcista. Secondo quanto riportato dalla ragazza,la sua pelle si sarebbe scottata quando il prete le ha appoggiato la croce sulla pelle, anche perchè il suo corpo, che in quel momento «aveva una forza sovrumana», sarebbe stato posseduto da 30 spiriti differenti e che aveva bisogno di essere anche esorcizzata attraverso il cellulare. Tra gli accadimenti che sono capitati in quel periodo vi sarebbero state lampadine che si rompevano da sole e graffi che comparivano sui muri: «ha visto l’esorcismo di Emily Rose, il film? Quello. Il letto dondolava. Queste cose le sto avendo anche ora, come il freddo glaciale in casa con il riscaldamento a 30 gradi, la coperta che va via. In casa da sola non posso più stare». Martina dice che quando era posseduto parlava, l’aramaico, la lingua dell’inferno e l’arabo. Ora, dopo aver sofferto molto, Martina si aspetta solo tranquillità dalla vita.

L’ESORCISMO E LE RAZIONI DI TWITTER – Inutile dire che su Twitter il servizio non è stato preso per nulla sul serio e ha scatenato l’ilarità generale.