|

La rabbia del MoVimento 5 Stelle contro Fabio Fazio e Laura Boldrini

Uno scontro continuo tra il MoVimento 5 Stelle e la presidente della Camera Laura Boldrini. Dopo le polemiche per l’applicazione della «tagliola» durante la conversione in legge del decreto Imu-Bankitalia e gli scontri alla Camera, l‘invito alle dimissioni sul blog di Beppe Grillo e gli insulti sul web (compreso l’ultimo del responsabile comunicazione del M5S Claudio Messora),  ha scatenato non poche critiche l’intervista della terza carica dello Stato da Fabio Fazio a “Che tempo che fa”. La Boldrini ha replicato ai 5 Stelle definendo come «istigazione alla violenza» il filmato postato sul blog dell’ex comico: «Basta leggere i commenti, tutti a sfondo sessista», ha spiegato. Ma non solo: la presidente della Camera ha poi bollato come «potenziali stupratori» la gran parte dei lettori che hanno commentato il post nel blog di Beppe Grillo: «Non vogliono il confronto, ma soltanto offendere e umiliare», ha aggiunto. Parole che hanno scatenato la reazioni dei sostenitori pentastellati attraverso i social, così come le repliche di diversi eletti a 5 stelle.

laura boldrini fabio fazio 4

Sotto accusa anche il giornalista, criticato anche in passato dal M5S: già prima dell’intervista, era stato il capogruppo alla Camera Federico D’Incà a esortare Fazio a «fare informazione pubblica e imparziale», chiedendo conto alla Boldrini della “ghigliottina”, delle irregolarità denunciate sui voti in commissione, dell’aggressione a Loredana Lupo: «Può Fazio oggi distinguersi nel panorama della stampa italiana e guadagnarsi il suo stipendio milionario pagato dai cittadini?», aveva concluso D’Incà. Con tanto di hashtag #FazioAlzaLaTesta.

laura-boldrini-fabio-fazio-Movimento 5 Stelle 2

 

MOVIMENTO 5 STELLE CONTRO LAURA BOLDRINI E FAZIO FAZIO – Sono bastati pochi minuti per comprendere come le polemiche Boldrini-MoVimento 5 Stelle sarebbe continuati anche dopo l’intervista. Cinque Stelle e sostenitori dei pentastellati non hanno apprezzato i toni duri della terza carica dello Stato, soprattutto quando questa ha bollato come «potenziali stupratori» i commentatori del blog e come «eversivo» il MoVimento 5 Stelle. «Facciamo parlare la Boldrini per giornate intere. Si contraddice e più parla più peggiora la sua posizione. Boldrini a casa», ha replicato Riccardo Nuti dal proprio profilo su Facebook, rilanciando la richiesta di dimissioni già auspicata nei giorni scorsi dai 5 Stelle. Pesante anche Luigi Di Maio: «Sentirsi dire eversori, vuole dire che per noi Laura Boldrini non è più la presidente di tutte le forze politiche della Camera. Ormai fa soltanto gli interessi della maggioranza», ha aggiunto Luigi Di Maio, vicepresidente dei deputati pentastellati Montecitorio, secondo cui la terza carica dello Stato «non è super partes, ma è scesa in campo». Critica anche Dalila Nesci, secondo cui Laura Boldrini «è andata oltre»: «Ti sei smascherata da sola. E ti ricordo che, sei stata eletta in un partito che è entrato in Parlamento grazie al premio di maggioranza e che dal giorno successivo fa finta di essere opposizione (salvando il Governo in tutti i suoi momenti cruciali). Bella la tua democrazia», ha replicando, attaccando anche Sinistra Ecologia Libertà.

laura-boldrini-fabio-fazio-Movimento 5 Stelle 5

LEGGI ANCHE: Laura Boldrini da Fabio Fazio: «Il video da Grillo? Era istigazione alla violenza»

«LA BOLDRINI SI DIMETTA» – Critici anche commentatori e sostenitori del M5S su Facebook e Twitter, dopo i toni forti utilizzati da Laura Boldrini durante l’intervista da Fabio Fazio. Anche il giornalista resta sotto accusa, più volte definito come «colluso con il potere» e accusato di non aver fatto domande scomode, lasciando spazio alla reazione della presidente della Camera. Anche tra i sostenitori degli altri partiti, non manca chi ha definito la reazione di Laura Boldrini come esagerata:

 

Più volte rilanciato in rete il post critico di Andrea Scanzi, che ha bollato Boldrini di essere «una delle peggiori presidenti della Camera mai viste»: «La parzialità, la faziosità, la retorica e l’arroganza della Preside Super Vicky Boldrini sono semplicemente sconcertanti. La sua, ormai, è una esondazione mediatica inaudita, all’insegna della mistificazione più ostentata e si direbbe quasi compiaciuta», ha attacco il giornalista del Fatto Quotidiano.

laura-boldrini-fabio-fazio-Movimento 5 Stelle 6

Pesanti anche le reazioni di diversi sostenitori a 5 Stelle. Non mancano nemmeno insulti e parole pesanti, come quelle già apparse sul web nel scorsi giorni contro la terza carica dello Stato. «Il fascismo istituì un comitato di censura x tenere sotto controllo l’informazione… oggi, non c’è ne neanche più bisogno», ha azzardato un utente, rilanciando le critiche al sistema informativo italiano. «Fa delle domande pertinenti. Almeno fa finta», hanno aggiunto altri, mettendo sotto accusa il conduttore Fabio Fazio.

 

 

 

C’è chi lo bolla come “comunista venduto” e chi lo critica per la sua presunta parzialità. In particolare, nel discorso di Laura Boldrini è invece l’espressione «potenziali stupratori» a infastidire i sostenitori del M5S, che non accettano nemmeno le accuse di essere un movimento «eversivo». Non pochi su Facebook rilanciano il post di Nicola Morra: «Ho saputo che siamo stati accusati di esser tutti potenziali stupratori. Ci sarebbe da ridere, se non fosse vero. Ma dobbiamo anche sapere che questi segnali sono importanti. Il gioco si farà più duro, e noi dovremo aver il sangue freddo di chi vuol fare effettivamente la rivoluzione. Perchè non stiamo giocando a fare i rivoluzionari!», ha spiegato il parlamentare.

laura-boldrini-fabio-fazio-Movimento 5 Stelle 9


«Oggi ho scoperto di essere un potenziale stupratore», ha incalzato un altro commentatore su Twitter. Non è stato il solo. Non pochi hanno infinito rilanciato la richiesta delle dimissioni, mentre altri utenti hanno difeso la Boldrini, con tanto di hashtag #IostoconLaura: