|

Alessandra Moretti e i «pompini» dell’insulto grillino a Otto e Mezzo

«In corso dell’occupazione della Commissione Giustizia -spiega Moretti – il deputato De Rosa ha pronunciato una frase che a me spiace. Penso che urterò la sensibilità di molte donne che ci stanno seguendo da casa. Ha detto: “Le donne del pd sono arrivate qui soltanto perché capaci di fare p…”». Alessandra Moretti del Pd torna così sul caso dell’insulto De Rosa che ha indignato le deputate dem a Montecitorio (e non solo). Ripete la frase esatta mentre è ospite ad otto e Mezzo, programma condotto da Lilli Grubrer.

guarda il video:

(Fonte: Corriere.it)

L’INCREDIBILE SCUSA – De Rosa, in seguito al polverone sollevato per la frase, ha detto che è vero, le ha insultate, ma non con quella parola.

 

Quale parola abbia detto rimane un mistero? No, subito dopo dice la frase “generale”, per la quale, a suo parere, nessuno avrebbe dovuto offendersi in una intervista su Repubblica:

«A un certo punto ho detto, rivolgendomi a tutti e non alla Moretti: “La gente entra qui dentro perché conosce qualcuno o perché ha fatto un pompino a qualcuno”

LA DENUNCIA PER INGIURIA – Intanto per il collega è partita una querela orale per ingiuria nei suoi confronti. A presentarla negli Uffici dell’ispettorato di Pubblica Sicurezza, presso la Camera dei deputati, le onorevoli del Pd Micaela Campana, Alessandra Moretti, Fabrizia Giuliani, Maria Michela Marzano, Assunta Tartaglione, Chiara Gribaudo e Giuditta Pini. Nel testo si racconta che la frase contestata sarebbe stata pronunciata alla presenza dei deputati della Lega Nord Massimiliano Fedriga, Nicola Molteni, e dei Democratici Walter Verini, Ivan Scalfarotto, Franco Vazio e David Ermini:

massimo-de-rosa-movimento-5-stelle-querela.pompini

Ad aggiungersi alla denuncia anche la deputata bolognese del Pd, Marilena Fabbri. «Chiarisco – ha scritto Fabbri su Facebook- che io sono in Parlamento per il giudizio positivo che 8.106 cittadini hanno espresso alle primarie del Pd sui miei vent’anni di impegno politico ed amministrativo sul territorio bolognese e sulla mia credibilità personale e non perche’, come sono stata accusata gratuitamente dal cittadino De Rosa insieme alle colleghe Pd, avrei fatto dei ‘pompini’ a chicchessia. E per questo andrò ad unirmi alle colleghe per sporgere denuncia per diffamazione contro il cittadino De Rosa.Un piccolo uomo eletto in Parlamento grazie al M5s ha pesantemente offeso le donne deputate del Pd. Come coordinatrice della conferenza Donne Pd Bologna – scrive Mazzoni- esprimo tutta la mia vicinanza alle Deputate che hanno fatto benissimo a reagire, denunciandolo. La violenza, la volgarità, il non rispetto di questi personaggi sono insopportabili e inaccettabili». Insomma, non è mica chiusa qui.