|

La meravigliosa rettifica del grillino sui «pompini»

In una puntata rimasta famosa dei Simpson, Bart combina un disastro e poi pronuncia la frase “Non sono stato io”, per giustificarsi. Massimo De Rosa, grillino non ancora eletto alla Camera, questa intervista a Tommaso Ciriaco su Repubblica raggiunge vette simili:

Mi dispiace, era una giornata faticosa e hanno iniziato loro a insultare. Ma voglio che sia chiaro che facevo un ragionamento generale, non è vero che ho dato delle “pompinare” alle deputate del Pd, ci mancherebbe»

Quando il giornalista gli chiede della parola “pompini”, De Rosa dice che sì, è vero, le ha insultate, ma non con quella parola. Quale parola abbia detto rimane un mistero? No, subito dopo dice la frase “generale”, per la quale, a suo parere, nessuno avrebbe dovuto offendersi:

«A un certo punto ho detto, rivolgendomi a tutti e non alla Moretti: “La gente entra qui dentro perché conosce qualcuno o perché ha fatto un pompino a qualcuno”

E adesso cantiamo tutti in coro: “Non sono stato io”

Edit: De Rosa controdenuncia per diffamazione le parlamentari del Partito Democratico:

Il deputato del Movimento 5 Stelle Massimo De Rosa fa sapere che denuncerà per diffamazione le deputate del Pd che lo hanno “insultato” accusandolo di averle offese dopo la bagarre successa in Aula alla Camera sul voto del dl Imu-Bankitalia l’altro ieri. “Io e altre due – ha raccontato De Rosa arrivando alla riunione con Beppe Grillo all’hotel Forum – siamo stati attaccati dalle deputate del Pd che ci hanno dato dei fascisti. Siamo stati ingenui, ci siamo caduti e abbiamo sbagliato, io ho chiesto scusa. Credevo che questa storia sarebbe finita subito ma ora mi trovo costretto a fare anch’io una denuncia per diffamazione per raccontare la mia versione”.