|

La ragazza stuprata che rischia la prigione

Dopo il caso di una donna norvegese che aveva presentato una denuncia per stupro a Dubai per poi essere condannata a 16 mesi di carcere per “sesso al di fuori del matrimonio”, è arrivato il turno di una giovane austriaca di credo musulmano che ha accusato un giovane yemenita di averla violentata nel parcheggio sotterraneo di un hotel. Dopo essere andata a denunciare il fatto ad una stazione di polizia è rimasta allibita apprendendo il fatto di essere lei stessa accusata per sesso al di fuori del matrimonio. Ancora più grave e sorprendente è il fatto che uno dei poliziotti le avrebbe detto che sarebbe riuscita a sfuggire all’accusa se fosse stata disposta a sposare l’uomo che l’avrebbe violentata il 2 dicembre scorso. La notizia è stata riportata da AustrianTimes.

General Views of Dubai

LO STUPRO – La ragazza si trovava negli Emirati Arabi Uniti per una vacanza con alcuni amici e aveva accettato l’offerta di un uomo che si era proposto di accompagnarla a casa, ma una volta arrivati nel parcheggio sotterraneo dell’hotel l’avrebbe violentata. Lo stupratore avrebbe cercato di portarla lontano dall’albergo ma la ragazza avrebbe cercato di saltare fuori dalla macchina cercando aiuto, attirando l’attenzione di altri ospiti della struttura che l’avrebbero aiutata e avrebbero chiamato la polizia. La vittima ora oltre a dover affrontare l’accusa di sesso al di fuori del matrimonio è anche accusata di aver bevuto: entrambe le cose sono considerate illegali negli Emirati Arabi Uniti.

Leggi anche: La donna stuprata da 12 uomini per punizione

LE DICHIARAZIONI DELL’UOMO – Secondo quanto riportato dai media austriaci l’uomo avrebbe inizalmente dichiarato che la ragazza gli avrebbe offerto del sesso perchè era ubriaca e in seguito avrebbe detto che si trattava di una prostituta che aveva chiesto del denaro in cambio di sesso, accuse che la donna respinge. L’ambasciata austriaca si rifiuta di commentare l’accaduto, ma conferma il fatto che vi sarebbe stato uno stupro ai danni di una turista austriaca. Interessante è notare che sia nel caso della ragazza norvegese che in quello della cittadina austriaca vi sia di mezzo la stessa stazione di polizia di Dubai.