|

Il papà con il cancro che scrive 826 biglietti alla figlia per quando se ne sarà andato

Richmond, Virginia: Garth Callaghan ha iniziato a mettere dei biglietti nel porta pranzo di sua figlia Emma quando questa frequentava l’asilo. A quel tempo la bambina riusciva a malapena a leggere, quindi l’uomo scriveva sui tovaglioli dei messaggi facili, a volta accompagnati da disegni o simboli.  Oggi per Emma quei brevi messaggi sono fonte quotidiana di ispirazione e le ricordano di non dare mai per scontato il fatto di avere il padre sempre a suo fianco. Il 44 enne Garth Callaghan infatti negli ultimi anni ha dovuto combattere due volte contro il cancro al rene e adesso si sta confrontando con quello alla prostata. Le recenti analisi del sangue mostrano che non vi sarebbe più nessun tumore ai reni, ma Callaghan ha detto che il suo oncologo gli ha riferito senza mezzi termini che le persone con la sua storia clinica hanno solo l’8% di possibilità di sopravvivere ai prossimi 5 anni.

Foto: Garth Callaghan
Foto: Garth Callaghan

826 MESSAGGI – «Questa non è una storia che parla di cancro, perchè un genitore potrebbe morire da un momento all’altro investito da una macchina o a causa di un attacco di cuore», ha detto Callaghan a Today.com, aggiungendo che continua a scrivere biglietti per sua figlia sui tovaglioli per lasciarle un’eredità in modo che possa capire la sua filosofia di vita e possa comprendere quanto la ami. L’uomo si è ora prefissato l’obiettivo di scrivere 826 messaggi sui 826 tovaglioli, uno per ogni giorno che manca al diploma di sua figlia. Callaghan si è buttato nell’impresa dopo aver letto un articolo di un gruppo non profit che sottolineava quanto fosse importante mantenere le promesse: «In quel momento ho pensato che avrei potuto scrivere i biglietti prima del tempo, in modo che fossero pronti anche se fosse accaduto qualcosa di brutto», ha detto l’uomo, al quale mancano solo 40 messaggi per portare a termine l’opera.

Leggi anche: Elly Mayday, la modella curvy malata di cancro che posa in lingerie

NON DARE NULLA PER SCONTATO – Callaghan ha catalogato tutti suoi scritti su un foglio di calcolo: a volte prende in prestito una citazione da qualche personaggio famoso, ma la maggior parte dei bigliettini sono un messaggio da parte del padre alla figlia, aggiungendo che i biglietti hanno iniziato a diventare un rito quotidiano quando Emma  è arrivata in terza elementare e il padre ha iniziato a darle supporto. Emma ha detto che i suoi amici sono diventati dipendenti dai messaggi di suo padre almeno quanto lei e ha detto che questi biglietti le ricordano sempre di non dare nulla per scontato. Callaghan ha riportato molte dei suoi messaggi su un booklet disponibile per Kindle dopo essere stato contattato da alcuni genitori attraverso la sua pagina Facebook e ha detto di voler far uscire una seconda edizione del libretto con 826 citazioni.

Leggi anche: