Il prete che ha stuprato una suora

06/07/2011 - di

Padre Fedele Bisceglia, ex frate fondatore dell’Oasi dei poveri è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale “‘Vergognatevi tutti, magistrati, suore e preti, perche’ e’ stato condannato un innocente. Avete infangato un sacerdote onesto. E’ la pagina piu’ dolorosa mai scritta

Padre Fedele Bisceglia, ex frate fondatore dell’Oasi dei poveri è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale

“‘Vergognatevi tutti, magistrati, suore e preti, perche’ e’ stato condannato un innocente. Avete infangato un sacerdote onesto. E’ la pagina piu’ dolorosa mai scritta dalla magistratura di Cosenza”: così Padre Fedele Bisceglie, ex frate francescano fondatore dell’Oasi dei poveri, ha accolto la sentenza con cui è stato condannato a nove anni e tre mesi per violenza sessuale su una suora.

IL PASSATO CHIACCHIERATO – La storia dei guai giudiziari di Padre Fedele inizia il 23 gennaio 2006, quando viene arrestato per abusi. Il suo nome nemmeno all’epoca era sconosciuto, infatti Padre Fedele era già apparso, parecchie volte, in televisione per via delle sue opere benefiche e un po’ fuori dall’ordinario, come la conversione della porno star Luana Borgia. In un’intervista, la stessa Borgia affermò tra l’altro che Padre Fedele le avrebbe raccontato le sue esperienze in Congo, affermando che lì non avrebbe avuto rapporti completi per paura di infezioni o malattie, ma che le donne congolesi erano molto brave “in altre pratiche”.

IL RICORDO DELLE VIOLENZE – Oggi, a cinque anni, le testimonianze della suora vengono ufficialmente riconosciute dalla sentenza contro padre Bisceglia. La prima volta, «mi fece entrare nella sua stanza con la forza. Erano poche ore prima che padre Fedele partisse per l’Africa». La seconda, «il giorno successivo al suo rientro». La terza, «ricordo che era il giorno prima del suo onomastico». La quarta «era il compleanno di mia madre». I violentatori, in alcune occasioni «pagarono dei soldi», 160 mila e 100 mila euro. Nonostante la difesa strenua del frate che continua a proclamarsi innocente, la suora che lo ha fatto arrestare si ricorda dettagli di una precisione incredibile. Dalle 75 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare contro padre Fedele Bisceglia emerge il ritratto di quella suora. Minuta e spaventata, mentre racconta la sua tragedia ai magistrati.

IL SECONDO ABUSO - Il giorno della seconda violenza «nella stanza erano in tre». La suora fu picchiata e sulla violenza fu girato un video, scattate foto. Del terzo episodio la donna ricorda: «Padre Fedele mi legò i polsi alla sponda di ferro del letto con dei lacci emostatici perché così non mi sarebbero rimasti i segni. Sono stata bendata. Non ho visto la persona che mi ha violentata». Poi l’ultima offesa: «È stato sul lettino ginecologico dello studio medico».

IL CORAGGIO DI CONFESSARE – La suora si è confidata con la madre superiora quasi per caso. «Ho partecipato a degli esercizi spirituali e il padre che li conduceva ci ha proposto una riflessione su come liberarci delle nostre ferite. Ci ha detto di scriverle su dei foglietti e bruciarle in un braciere». La suora si trova a scrivere la sua testimonianza sui foglietti che di lì a poco brucerà: confessa di essere stata violentata dal missionario e da altri, di aver provato vergogna e paura, di essere stata minacciata. Ma a quel punto, dopo aver messo nero su bianco la sua storia, la suora prende coraggio e va a parlare con la madre superiora. Racconterà poi al pm che «una delle volte c’era con uno sconosciuto. Mi fecero prendere una pastiglia e a quel punto io non potei più fare resistenza. Mi legarono al letto».

19 Commenti

  1. francesca scrive:

    facepaim fai schifo a giudicare senza saper…. siete tutti bravi a giudicare io dico solo una cosa se nn vedo con i miei occhi nn posso dire perche un giorno saro’ io giudicata….

  2. francesca scrive:

    e non da voi esseri umani come me….

    • Sterminatrice scrive:

      Si però se l’hanno condannato per così tanto ( a mio parere poco, maledetti maiali! Gli stupratori dovrebbero tutti morire!!!) non è che l’hanno fatto perché non sapevano cosa fare!!! CI saranno state delle prove e una violenza sessuale non si può fingere. ci sono analisi e visite… Poi non solo lui ma anche altri O_O
      Spero che bruci all’inferno e se non esiste, come molti di voi dicono, che gli rendano tutto quello che ha fatto in prigione!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

AP Photo/RIA Novosti Kremlin, Mikhail Klimentyev, Presidential Press Service

Lo «spiritismo di Monaco»

8:18 Durante la conferenza di Monaco del 1938 l’Europa cedette alle rivendicazioni territoriali hitleriane su una parte del territorio dell’allora Cecoslovacchia abitata da genti di etnia tedesca, sperando con questo bocconcino di aver CONTINUA