|

Quanto durerà il grande freddo artico

Sarà una settimana di maltempo e gelo per tutta Italia. Il «grande freddo» artico «invaderà» la penisola, preparando il terreno a una settimana di vero inverno, con temperature nordiche, neve e precipitazioni. Soltanto nel weekend venti di scirocco faranno gradualmente innalzare le temperature. Già da domenica sera l’aria fredda polare marittima proveniente dal Nord Atlantico ha fatto irruzione nel bacino del Mediterraneo dalla Valle del Rodano: alla perturbazione è seguita la formazione di un vortice ciclonico, mentre da lunedì sera sera la perturbazione dalle regioni centrali si trasferirà sull’Emilia Romagna e sul Triveneto e Lombardia. Previste nevicate anche a basse quote sull’Emilia e sulle Alpi, così come – a partire dalla notte – nelle regioni del Nord Est.

Grande Freddo maltempo
Photocredit: 3bMeteo.com

IN ARRIVO IL «GRANDE FREDDO» IN ITALIA – Ribattezzata come “Big Snow”, la perturbazione porterà la neve in molte città settentrionali, da ovest a est. Da oggi fino a giovedì anche in pianura non mancheranno le nevicate: saranno imbiancate Torino, Milano, così come Bologna e Piacenza in Emilia Romagna. Proprio nel bolognese, nella prima parte della settimana, sono previste le nevicate più rilevanti e tra l’Appennino tosco-emiliano-romagnolo oltre i 100m e quello marchigiano a 200m. Una decina di centimetri di coltre bianca sono attesi su tutta l’Emilia occidentale, il Trentino Alto Adige e l’alto Veneto, con il Vicentino tra le aree più colpite dal maltempo. Da ieri un’anticipazione del maltempo che colpirà tutta la penisola è stato registrato tra Sicilia e Calabria. Nell’area dello stretto di Messina le temperature erano di circa 7°C , mentre intense nevicate ci stono state a partire dai 600 metri. Spettacolo nell’isola anche per l’eruzione dell’Etna, con la lava che continua a sgorgare in quantità sul vulcano innevato.


Photo-video credit: Twitter/YouReporter/3bMeteo

Rispetto alle ultime eruzioni, la quantità di cenere emessa è stata minore, ma la colata, al contraria, era ben alimentata, come ha spiegato anche l’Ingv di Catania.

LEGGI ANCHE: L’alluvione nel modenese dimenticata dai media

IL PEGGIORAMENTO TRA MERCOLEDÌ E GIOVEDÌ – Gelo e maltempo che imperverseranno per tutta la penisola prevederanno un altro peggioramento nella giornata di mercoledì, in particolare al Nord, con nuove nevicate in pianura sull’Emilia. Questa volte le città che saranno più colpite saranno Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Si tratterà, forse, della prima vera settimana rigida d’inverno, con temperature così basse. Se in altre aree dell’Europa, i termometri sono già precipitati e le temperature risultano molto basse, in Italia E mentre nell’est Europa i termometri hanno già incominciato a precipitare, sul Bel Paese siamo in attesa dei primi rigori invernali.


Videocredit: YOuReporter

IL GRANDE GELO ARTICO – Secondo Meteo.it, tra mercoledì e giovedì in diverse aree della pianura Padana, scenderanno poco più di 20 centimetri in 48 ore. Tutto in attesa di un rialzo termico previsto per il fine settimana quando sulle pianure la neve dovrebbe lasciare il posto alla pioggia. Nulla di eccezionale dal punto di vista di record climatici, ma le temperature resteranno comunque molto fredde, tipicamente invernali. Per la giornata di mercoledì, sono previste anche precipitazioni tra Sardegna occidentale e Toscana, con un peggioramento esteso a tutte le regioni centrali. Il maltempo non risparmierà nessun’area della penisola e fino a venerdì non sarà prevista alcuna tregua. Precipitazioni sparse nel Meridione: soltanto sabato i venti di Scirocco permetteranno un graduale aumento delle temperature, con la pioggia che prenderà il posto delle nevicate anche sulle Alpi fino ai mille metri circa.