|

Tutte le gaffe di Flavia Vento a Lucignolo

Da show girl ad animalista, da valletta a modella, da regina di Twitter a potessa. Flavia Vento negli ultimi anni è comparsa agli occhi del pubblico in molte vesti diverse. Ma quello di attivista politica è probabilmente quello che a lei si addice di meno. Lo dimostra un servizio della trasmissione di Italiauno Lucignolo 2.0, mandato in onda nella puntata di ieri, che racconta la Vento alle prese con la sua passione per il sociale e l’attualità ma che allunga la collezione di pessime figure.

 

flavia vento gaffe lucignolo 2

 

IL PRESIDENTE «NAPOLETANO» – Prima schierata con la Margherita, poi vicina alla Destra di Francesco Storace, infine simpatizzante del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, la bella Flavia ha già collezionato in passato una lunga serie di gaffe televisive e radiofoniche che ne hanno dimostrato (al di là del suo moto oscillatorio tra centro, destra e sinistra) una competenza in materia politica (a voler essere buoni) assai discutibile. Le lacune vengono confermate quando gli inviati di Lucignolo incontrano la Vento fingendo di lavorare per una tv australiana e di essere interessati allla situazione politica italiana. La rappresentante dei Figli dei fiori si mette a disposizione e parla di un capo dello stato che si chiama «Napoletano», di un governo con 6 ministri (in realtà 20) e dimostra di non sapere cosa sono le «larghe intese» e l’Italicum, la nuova bozza per la riforma elettorale.

 

LEGGI ANCHE: A Flavia Vento la grammatica non serve

 

L’«IMPERATORE» CICERONE – Difficoltà anche nell’illustrare i monumenti della Capitale. La Vento chiede alle telecamere ‘australiane’ di Lucignolo di interrompere la registrazione mentre parla del Colosseo, per avere il tempo di controllare sullo smartphone il periodo di costruzione. Cerca poi sul cellulare anche informazioni sul Milite Ignoto. Infine, Cicerone diventa un imperatore. Ci vorrebbe, forse, una ripassatina di storia.

LE REAZIONI SUL WEB – Il video di Lucignolo ha ovviamente scatenato la pubblicazione di numerosi messaggi sui social network. Su Twitter, in particolare, i telespettatori non si sono risparmiati nel prendere di mira Flavia Vento. Ma non sono mancate nemmeno accuse al programma, accusato di fare tv di scarsa qualità: