|

«Cento milioni all’uomo che sposerà mia figlia lesbica»

Cecil Chao e sua figlia Gigi erano diventati improvvisamente famosi nell’autunno del 2012, ma forse Gigi avrebbe fatto a meno di tanta notorietà, visto che il padre, che non ha mai accettato l’omosessualità della ragazza, aveva lanciato un appello pubblico offrendo 65 milioni di euro all’uomo che, sposandola, sarebbe stato in grado di «guarire» la sua figliola che, dal canto suo, ha una relazione con una donna da quasi nove anni. Da quel primo annuncio è passato più di un anno e, nonostante la schiera di pretendenti che si sono fatti avanti per «salvare» Gigi, la ragazza non si è mai sposata. E il padre, sempre più preoccupato, raddoppia la posta in gioco: cento milioni di euro per l’uomo che sposerà sua figlia.

Gigi Chao con la sua compagna, Sean Eav
Gigi Chao con la sua compagna, Sean Eav

UNA QUESTIONE DI EREDITÀ? – Cecil Chao, magnate immobiliare di Hong Kong con un patrimonio miliardario, ha rilanciato il suo appello al Financial Times, annunciando che «chiunque riesca a conquistare Gigi, avrà come ricompensa una vita «moderatamente lussuosa». Arrivato ai 77 anni, infatti, Chao starebbe considerando l’idea di andare in pensione e sarebbe intenzionato a passare il timone del suo impero alla figlia Gigi, a patto però che quest’ultima si sposi. Se questo non dovesse accadere, Chao potrebbe decidere di lasciare tutto ai suoi altri due figli.

Guarda le foto:

«NON VOGLIO INTERFERIRE NELLA SUA VITA PRIVATA, VOGLIO SOLO CHE SI SPOSI» – Nonostante Gigi abbia da anni una relazione stabile con un’altra donna – tanto che si dice che sia già sposata con lei, nonostante a Hong Kong i matrimoni omosessuali non siano legali – il padre Cecil continua a essere convinto del fatto che «non è mai troppo tardi» per far cambiare idea alla figlia. E dice: «Non voglio interferire nella sua vita privata, voglio solo che si sposi e abbia dei figli, in modo che possa ereditare il mio patrimonio».

 

LEGGI ANCHE: Sposerò Gigi Chao (per la modica cifra di 65 milioni) – Foto

 

LA RISPOSTA DI GIGI – Lei, Gigi, ha risposto: «Non penso che nessuna offerta fatta da mio padre sia in grado di far arrivare un uomo che io possa trovare attraente. Sarei felice di poter diventare amica di un uomo disposto a donare tutti questi soldi a un ente benefico, purché a lui non importi il fatto che io abbia già una moglie. Grazie Papà – ha concluso Gigi Chao – Ti voglio bene anche io».

(Photocredit: LaPresse)

 

LEGGI ANCHE: 

Mary Anne Nwiboko: la suora che canta contro il femminicidio

Marlise Munoz: il caso della «morta vivente» vittima del fanatismo religioso

Carlo Gabardini: «la marmellata e la Nutella» contro l’omofobia