|

Così internet ha risolto il mistero della nonna in pochi minuti

Mashable ci parla del ruolo di internet nel decifrare il messaggio lasciato da una nonna morente alla nipote che si è rivolta alla rete per chiedere un aiuto nello sciogliere una serie di enigmi rimasti annodati per decenni in pochi minuti, per la gioia della donna che ha proposto l’arcano, Janna Holm.

codice-nonna-svelato-internet (2)

L’ENIGMA – La ragazza ha postato due immagini, una frontale ed una laterale, di uno schedario. Entrambi i lati sono coperti di lunghe fili di lettere. Holm si è rivolta al sito Ask MetaFilter spiegando che la nonna Dorothy Holm le ha lasciato il regalo nelle sue ultime ore di vita, piegata da un cancro al cervello, nel 1994. La donna aveva all’epoca 11 anni ed ha ricevuto l’arcano da risolvere. La nonna non poteva aiutare né lei né gli altri nipoti visto che aveva perso buona parte della sua memoria, e per questo ha lasciato loro i codici da decifrare. Tutta la famiglia ha passato i mesi successivi cercando di risolvere l’enigma senza riuscirci, tanto che ad un certo punto hanno smesso di provarci. Il papà di Janna qualche giorno fa ha ritrovato le schede ed ecco che la famiglia è tornata a pensare al dono di Dorothy Holm.

 

LEGGI ANCHE: 

I 13 tatuatori migliori del mondo

Carlo Mazzacurati, chi era il regista morto oggi

La bufala delle minacce alle Olimpiadi di Sochi

 

LA SOLUZIONE – La nonna negli ultimi 15 giorni di vita ha scritto 20 schede coprendole di lettere ed ora Janna ha ripreso in mano tali documenti per cercare di svelarli. Iscrittasi ad Ask Metafilter, ha versato cinque dollari per l’iscrizione ed ha dato inizio alla festa. La prima soluzione è arrivata in 15 minuti. Secondo un utente il codice doveva avere un significato religioso ed ha ritenuto che la chiave per decifrarlo doveva essere nel retro. Poco dopo ha riscritto sul sito proponendo la soluzione, scoprendo che si trattava di una preghiera a Dio. Gli utenti hanno ringraziato la donna per la sfida a cui li aveva sottoposti e per l’impegno che era stato richiesto loro di risolvere un enigma familiare carico di significato. Ma la sfida non è ancora conclusa. E voi ve la sentireste di provare?

LEGGI ANCHE: 

La sexy segretaria del presidente povero Pepe Mujica

Il litigio tra Anzio e Nettuno che finisce sul New York Times

La ribellione dei passeggeri a bordo di un aereo Ryanair