|

Giuseppe Cristarelli: l’uomo che muore per non farsi arrestare a Tor di Quinto

Un uomo è morto dopo essersi gettato dalla finestra in seguito all’arrivo della polizia, giunta a casa sua per arrestarlo.

L’UOMO MORTO A TOR DI QUINTO – L’episodio è avvenuto all’alba nella capitale, in zona Tor di Quinto. Sul posto gli agenti stanno tentando di chiarire la dinamica dell’episodio.

IL BLITZ DI CAMORRA – Secondo l’Ansa si tratterebbe di suicidio: l’uomo che si è gettato dalla finestra potrebbe essere una delle persone colpite da ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione contro la camorra scattata all’alba in Campania, Lazio e Toscana.

GIUSEPPE CRISTARELLI – Si chiama Giuseppe Cristarelli l’uomo che si è suicidato a Ponte Milvio questa mattina mentre la Squadra mobile di Roma gli notificava un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione anti Camorra condotta a Roma, Firenze e Napoli. L’uomo, 42 anni, è un imprenditore napoletano, indagato per usura ed estorsione aggravate dalla finalità mafiosa.

LA MOGLIE DI GIUSEPPE CRISTARELLI – La Procura di Roma ha avviato i primi accertamenti sulla morte di Giuseppe Cristarelli, l’imprenditore che stamani si sarebbe gettato dalla finestra per evitare l’arresto nel corso di un’operazione di camorra. Il pm di turno ha già ascoltato la moglie di Cristarelli, presente in casa al momento della tragedia e che avrebbe assistito alla scena e al precedente malore del marito. Il magistrato è in attesa della relazione degli uomini della squadra mobile di Roma che avrebbe collaborato all’esecuzione dell’ordinanza assieme ai colleghi della mobile di Napoli. A breve verranno sentiti gli agenti che erano andati ad eseguire l’arresto.(ANSA).