|

«Non mi prostituivo per soldi, lo volevo fare e basta»

‘È tutto vero, andavo con gli uomini più grandi, prendevo 200 euro, li incontravo quando non c’era scuola. Nel giro mi ci ha fatto entrare un mio amico, ma non l’ho fatto per gli abiti firmati, lo volevo fare e basta’.

È Il Messaggero di oggi a rivelare parte del racconto di «Stefania», come è stata chiamata la sedicenne del «nuovo» giro di baby-squillo scoperto a Roma dopo l’arresto di Glauco Guidotti, finito in manette dopo la denuncia fatta dalla madre della ragazza, insospettita dai «troppi soldi» che aveva scoperto in mano alla figlia.

 baby-squillo-roma«BABY SQUILLO CON LA PROMESSA DI DIVENTARE MODELLA» – Stefania ha sedici anni. E ai magistrati che l’hanno interrogata ha confermato il giro di baby-prostituzione del quale era diventata protagonista insieme a un’amica poco più giovane di lei, un giro gestito da Guidotti e, come suppongono gli inquirenti, da un suo complice che avevano attirato le ragazze con la promessa  di una carriera da modelle. Stefania, che ha affermato di non essersi prostituita «per gli abiti firmati» ma perché «voleva farlo», ha confermato di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con uomini della «Roma bene»: professionisti, dirigenti d’azienda e commercianti. Scrivono Michela Allegri e Paola Vuolo sul Messaggero:

Gli inquirenti avrebbero appurato che Guidotti, con la promessa di un futuro nel mondo della moda e dello spettacolo, invitava le ragazze amandare foto nude, diceva che avrebbero guadagnato un sacco di soldi, soprattutto se accettavano di fare anche le accompagnatrici. In questa trappola cade pure Stefania, le sue foto osé compaiono su «Bakekaincontri». La ragazzina conosce molti uomini, agli appuntamenti viene accompagnata da Guidotti, raggiunge i clienti nei loro appartamenti in centro e in periferia, ne incontra anche più di uno al giorno. La tariffa è di 200 euro, Stefania si prostituisce nel fine settimana, quando non ha impegni con la scuola.

LE INDAGINI – In tutto questo farebbe la sua comparsa anche la droga, che qualcuno potrebbe aver venduto a Stefania e alle altre ragazze del giro. Guidotti verrà interrogato domani, mentre gli inquirenti si concentrano sul profilo di Stefania, definita una ragazza «problematica», che sarà riascoltata da qualche giorno.

L’articolo completo è disponibile sul quotidiano in edicola oggi

(Photocredit: LaPresse, foto di repertorio)