|

Il Giornale spiega perché in amore è meglio stare con l’uomo di destra

Con un articolo in prima pagina a firma di Valeria Braghieri il Giornale diretto da Alessandro Sallusti, mettendo a confronto le storie personali di Nicolas Sarkozy e Francois Hollande, protagonista della relazione con l’attrice Julie Gayet emersa dopo uno scoop sel settimanale Closer, spiega oggi che in amore l’uomo di destra è meglio dell’uomo di sinistra e che la differenza tra le due categorie è «antropologica». «Meglio stare con l’uomo di destra», titola senza mezze misure il quotidiano. Che poi spiega: «Le ultime vicende sentimentali del presidente francese ci hanno costrette a tratteggiare un identikit del ‘budino’ profondamente diverso rispetto a quello che avevamo abbozzato finora».

 

nicolas sarkozy francois hollande 1

 

HOLLANDE «CINICO» – Insomma, dalle parti di via Negri, l’analisi è chiara. «Nicolas le spora, ‘regala’ figli a ognuna, è geloso, romantico e istintivo», mentre «Francois è un eterno fidanzato cinico e fedifrago che le scarica senza rimpianti». Scrive Braghieri:

Nel giro di pochi giorni, il mansueto, paffuto, impopolare François che si muoveva goffo al perentorio guinzaglio di un rottweiler (Valérie Trierweiler), ha lasciato il posto a un freddo fedifrago impermeabile alla forma e ai sensi di colpa. Complice uno scooter, un casco non abbastanza chiuso, un cartoccio di fumanti croissant «post amplesso» e un’attrice giovane, bionda, per nulla timida davanti alla macchina da presa. Per carità, non che non lo si comprenda Hollande. Valérie è talmente antipatica da essere l’unica cornuta con la quale non riusciamo a essere solidali, tantomeno adesso che, dopo un teatrale e anacronistico ricovero per crisi di nervi, ha pensato bene di trasferirsi nel «sanatorio» di Versailles, dimostrando di non essere disposta ad abdicare al ruolo di (sgradita) première dame. Ma quello che ci ha stupite è stata la freddezza e la determinazione delpresidente. Una sola visita in clinica in sette giorni, un formale, gelido (ed economico) presente inviato alla compagna tradita come a una vecchia zia dimenticata in un ricovero: fiori e cioccolatini.

 

 

SARKOZY «ROMANTICO» – Nettamente diverso, dunque, il giudizio su Sarkozy:

Di Nicolas Sarkozy, in materia, si ricorda altro. Intanto le ha sposate tutte le donne della sua vita e con ognuna ha fatto dei figli.

Ma non solo. Sulla relazione con Carla Bruni il Giornale ricorda:

Fu colpo di fulmine: lei con due lunghissime gambe, lui con latomica nella valigetta. Non ci credeva nessuno. Eppure… La prima notte di nozze (non la prima in assoluto, certo) la trascorsero proprio alla residenza presidenziale di Versailles «La Lanterne» dove oggi Valérie si è rifugiata per riprendersi dal dolore. Hanno una figlia (che si aggiunge a quelli di ognuno), preparano probabilmente una ripresa dell’Eliseo, lui le fa scenate di gelosia sui set cinematografici (quello di Woody Allen), assiste ai suoi concerti e se la «beve» a sguardi. A dimostrazione del fatto che quando due sembrano non c’entrare nulla, in realtà c’entrano moltissimo.

«DIFFERENZA ATROPOLOGICA TRA DESTRA E SINISTRA» – Dunque, la sentenza del Giornale:

In materia di donne, la differenza antropologica tra droite e gauche esiste, eccome.

(Fonte foto: LaPresse)