|

La bufala dell’Ufo avvistato in Arabia Saudita

Alcuni abitanti di Medina, città occidentale dell’Arabia Saudita, nei giorni scorsi si sono erroneamente convinti di aver avvistato un oggetto volante alieno dopo aver osservato nel cielo un oggetto luminoso in lento avvicinamento verso il suolo. In realtà, però, non si trattava affatto di un Ufo. Ad una attenta analisi si è scoperto infatti che il corpo luccicante era solo una parte staccatasi dal satellite cinese Chinasat-9 lanciato nello spazio nel 2008.

 

bufala ufo arabia saudita 2

 

 

SPAZZATURA SPAZIALE – «Stavo passando proprio vicino alla moschea quando ho visto l’oggetto. Ho anche registrato un video. Ma non ho potuto rintraccialo, essendosi diviso in due o tre parti», ha raccontato ai media l’uomo che per primo ha segnalato il passaggio del presunto Ufo. La notizia dell’avvistamento e i relativi video sono stati ripresi anche da alcuni siti di informazione, salvo poi essere rapidamente smentita. «Questo rientro del satellite era previsto», ha spiegato l’esperto James Oberg in una mail inviata alla NbcNews. «L’oggetto – ha continuato – era parte del razzo di un satellite per le comunicazioni cinese denominato Chinasat-9, lanciato nel 2008. È incredibile come riescano i frammenti a brillare e ad ingannare le persone quando si muovono in orzzontale». Non è infatti la prima volta che la ‘spazzatura’ spaziale inganna alcuni osservatori. Il rientro di un razzo spaziale lo scorso settembre aveva catturato l’attenzione in Cina e Medio Oriente.

 

 

(Fonte immagini e video: YouTube)