|

Le foto dei militanti di Alba Dorata con le armi in pugno

Foto e video scoperti nei computer di alcuni rappresentanti di Alba Dorata forniscono ai magistrati nuove prove sul carattere paramilitare del partito filo-nazista greco. Nell’ambito di indagini su attività illegali di esponenti e militanti, infatti, gli inquirenti hanno infatti trovato file che testimonierebbero il possesso di armi nascoste dell’organizzazione.

 

alba dorata armi 9

 

MILITANTI CON ARMI IN PUGNO – In particolare, in alcune immagini compaiono membri di Alba Dorata in posa con armi in pugno o mentre fanno il saluto nazista. Stando a quanto si apprende dai giornali, le foto sarebbero spuntate dagli archivi dei computer di Giorgos Patelis, responsabile per il partito nel quartiere ateniese di Nikaia, dove a settembre scorso è stato assassinato il rapper Pavlos Fyssas, e di sua moglie Nitsas Skarpeli. Le immagini mostrano militanti di Alba Dorata in posa con pistole, spade e armi da guerra che si sospetta costituiscano l’arsenale delle cosiddete ‘squadre d’assalto’, anche se la polizia ha preferito fin da subito precisare che è necessario prima chiarire se si tratta di armi autentiche o finte. Patelis, attualmente in stato di detenzione perché accusato dell’omicidio di Fyssas, in una delle foto compare con in mano con un kalashnikov. Alcune immagini, riguardanti una decina di membri della cellula di Nikaia, sarebbero state scattate nell’estate del 2013 lungo il fiume Neda, nel Peloponneso occidentale, in quello che si sospetta sia stato un campo di addestramento.

 

 

NASCONDIGLIO SCONOSCIUTO – I nuovi elementi emersi testimonierebbero l’intenzione di Alba Dorata di agire contro lo Stato sono emersi a pochi giorni dall’arresto, avvenuto domenica scorsa, di tre deputati del partito filo-nazista: Panayiotis Iliopoulos, Efstathios Boukouras e Giorgos Germenis. Da quanto si apprende in queste ore, presto la polizia sarà in grado di consegnare ai magistrati anche le foto tratte dai computer dei tre parlamentari. Il nascondiglio all’interno del quale potrebbero essere conservate le armi delle foto odierne, intanto, fa sapere la polizia, non è ancora stato trovato.

(Fonte foto: Enetenglish.gr)