|

Angelo Cera: il deputato che prende lo stipendio da sindaco e il vitalizio

In un articolo a firma di Fosca Bincher, pseudonimo di Franco Bechis, Libero celebra oggi il triplete del deputato Angelo Cera, pugliese in parlamento con l’Udc di Casini dopo essere stato eletto con Scelta Civica:

 

Cera a quelle cose ci tiene, tanto da essere diventato il Mourinho della politica: l’unico o quasi ad esser riuscito a fare triplete. Sì, perché lui non è solo deputato, ma da lungo tempo anche sindaco del comune di San Marco in Lamis, in provinciadi Foggia. Un doppio incarico impossibile per legge, ma questa estate la sua maggioranza ha fatto entrare nel decreto del Fare un emendamentino che ha cambiato la legge per lui e pochi altri.

E attenzione:

Mentre temeva di perdere la poltrona in Comune (il suo consiglio – applicando la legge – lo aveva fatto decadere, poi il tribunale grazie alla nuova legge lo ha reinsediato), Cera ha preso carta e penna e scritto al consiglio Regionale della Puglia, dove sedeva dal 20 giugno 1995 al 29 aprile 2008: «Scusate signori, io ho diritto al vitalizio? E quanto mi verrebbe in tasca ogni mese?». Hanno fatto la verifica e gentilmente risposto: «Caro Cera, sì, lei ha proprio diritto a percepire il vitalizio. Sarà di 7.779,85 euro lordi mensili». Ed eccolo il triplete alla Mourinho: 13 mila euro netti al mese fra indennità e rimborsi da deputato, 3.906 euro lordial mese con lo stipendio da sindaco (può essere cumulato, a differenza dei gettoni di presenza), poco meno di 8mila euro lordi mensili come vitalizio da ex consigliere regionale.