|

Il MoVimento 5 Stelle vuole la marijuana libera?

Dopo la Lega, dopo il Pd, non potevano mancare anche i 5 Stelle. «La legge Fini-Giovanardi è un provvedimento intollerabile che ha creato solo un’assurda repressione nei confronti di chi fa uso di droghe leggere, ha contribuito all’emergenza carceraria e ha distolto le Forze dell’Ordine da impegni più importanti. Oggi il MoVimento 5 Stelle presenta una proposta che rappresenta il primo passo verso la modifica di questa legge». A lanciare il guanto della sfida sulla cannabis libera (forse) sono i parlamentari 5 Stelle sul blog di Beppe Grillo. In un post a firma del deputato 5 Stelle Vittorio Ferraresi, si annunciano nuove iniziative. Il parlamentare grillino indica i tre punti principali della proposta: spostamento in Tabella II della ‘Cannabis Indica’ tra le sostanze a blando effetto stupefacente (con quindi meno sanzioni penali), massimo 4 piantine a cittadini (con obbligo maggiore età) ed eliminazione dell’arresto obbligatorio.

legalizzazione-cannabis-MoVimento 5 Stelle-2

BELLA BE! – I commenti sotto il post sono entusiasti: «Bella, socio, non vedo l’ora di avere la concessione per le mie quattro piante di cannabis almeno mi sballo e non penso più ai problemi. Aiò». E ancora: «Il nuovo welfare italiano: diventare i pusher del mediterraneo fino a Cipro. Ma per privatizzare tutto in Italia ci vuole un alieno?». Però attenzione. I punti indicati da Ferraresi non parlano di abolizione ma di spostamento. Ecco qui:

1) Spostamento in Tabella II della “Cannabis Indica” tra le sostanze a blando effetto stupefacente, differenziandola quindi dalle droghe pesanti presenti in Tabella I. Si dimezzano in modo deciso le sanzioni penali per le sostanze previste in Tabella II

2) Rendiamo non punibile la coltivazione di max 4 piante di Cannabis Indica in un luogo indicato nel provvedimento autorizzativo vincolato al pagamento di una tassa di concessione governativa. Viene consentita la detenzione fuori da questo luogo, e la cessione a titolo gratuito di una quantità di max 5 g di sostanza per uso personale. Resta fermo il vincolo della maggiore età.

3) Eliminiamo l’arresto obbligatorio per le sostanze in Tabella II (inclusa la cannabis indica), per evitare che per modiche quantità si venga condotti in carcere. Inoltre si eliminano gli illeciti amministrativi per le sostanze della stessa tabella in modo da evitare intasamenti burocratici e gravi impedimenti, come la sospensione della patente di guida o sospensione del passaporto.

Nonostante ciò c’è chi inizia a suggerire il “modello olandese” ma “senza i coffeeshop”. Tanto per i suggerimenti ci sarà spazio sugli attivisti sul portale Lex: «Sul portale LEX del M5S – spiega Ferraresi – il testo può essere modificato seguendo i vostri consigli, proposte e critiche».

Beppe Grillo-Cannabis-MoVimento 5 Stelle

 

VECCHI DISCORSI – Della proposta sulla canapa libera se ne parlava già a lungo sul Forum di Grillo. In un post del 2012, Niko chiedeva:

Questo sicuramente è uno di quegli argomenti triti e ritriti ma, non vedendo nessuna proposta a riguardo in questo forum, prendo spunto dalla proposta dell’ utente Paolo Bertocchi (sulla prostituzione) per parlare di quest’ argomento per molti versi attinente. Da vecchi video di youtube o recenti parole di Beppe Grillo mi è parso di capire che in questo movimento si è favorevoli alla legalizzazione della cannabis. Se cosi non fosse possiamo aprire qui un dibattito e parlarne tranquillamente. Ora affrontiamo il tema: in Italia si stima ci siano circa 4 milioni di consumatori abituali (cifra pessimistica a parer mio). Calcolando un consumo di 1 gr al giorno (arrotondamento per difetto) si ottiene una spesa di 40 ml di euro giornaliera. Ora, se si legalizzasse tale sostanza ci sarebbero molti vantaggi

COLTIVIAMOLA – E sempre sulla cannabis c’è una proposta depositata a luglio alla Camera dei Deputati a firma dei cittadini Lupo, Benedetti, Bernini, Gallinella, Gagnarli, L’Abbate, Parentela. Si intitola “Disposizioni per la promozione della coltivazione e della
filiera agroindustriale della canapa”.

cannabis-MoVimento 5 Stelle

BEPPE GIRALA!11! – L’avallo verrebbe anche dal Semplice Portavoce. Nel 1997 l’ex comico parlava della canapa nei suoi spettacoli: «La grande domanda da farsi non è spinello sì o spinello no. Dove è andata a finrie la canapa? COme fa una pianta ad esser fuorilegge?». Anche se la legalizzazione droghe leggere non figurava nei punti lanciati dal MoVimento. O meglio si parla di aiuto per incentivare gli oppiacei (morfina e simili) per il trattamento del dolore.

guarda il video:

La proposta arriva in contemporanea al lancio dell’iniziativa legislativa da parte del senatore Pd Luigi Manconi che oggi presenta alla stampa il suo ddl sulla legalizzazione. La sfida dell’erba verde ha inizio. Chisà come andrà a finire