|

Chi è Mauro Tassotti, nuovo allenatore del Milan

Massimiliano Allegri è stato esonerato dal Milan, sulla cui panchina da domenica prossima siederà Mauro Tassotti. L’ex allenatore si era fatto vedere oggi a Milanello con la squadra a rapporto, la decisione era nell’aria. Per la panchina si faceva il nome di Filippo Inzaghi, poi rimasto alla primavera. Dall’anno prossimo toccherà a Clarence Seedorf, attualmente in Brasile e graditissimo a Berlusconi.

CHI E’ MAURO TASSOTTI – Il comunicato ufficiale del Milan:

Con una nota ufficiale, il Milan comunica “di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra, con effetto immediato, il Signor Massimiliano Allegri e il suo staff”. Il Milan “desidera ringraziare il Signor Allegri e il suo staff per l’opera svolta e augura loro i migliori successi professionali. La squadra è provvisoriamente affidata alla guida tecnica del Signor Mauro Tassotti”

Roma-Milan

Nato nel 1960, Tassotti era dal 2001 viceallenatore dei rossoneri, dopo una grandissima carriera di calciatore nel ruolo di terzino destro con la squadra rossonera. Giocò nel Milan dal 1980 al 1997, e fu uno degli alfieri della grande difesa del Milan di Sacchi prima e Capello poi, con Baresi, Maldini e Costacurta. Il primo successo è stato lo scudetto del 1988, seguito da due Coppa dei Campioni, quindi Tassotti ha dato il suo contributo ai tre titoli consecutivi fra il 1992 e il 1994 e alla conquista della Champions League nel 1994, alzata da capitano per l’assenza in finale di Franco Baresi, che era squalificato. Fu sostituito tra i rossoneri da Panucci, allora talento emergente.

Questa la trasmissione I Signori del calcio di Sky dedicata alla sua carriera: