|

Rc Auto on line: come risparmiare con gli sconti

Servizi più rapidi, maggiore efficienza, trasparenza assicurata. Oltre alla possibilità di risparmiare sul prezzo. Secondo il Sole 24 Ore acquistare le polizze Rc Auto on line è più conveniente per gli italiani, nonostante si precisi come il tasso di penetrazione delle assicurazioni sul web sia ancora modesto. Con un fatturato pari al 5% del totale del settore, secondo i dati dell’Osservatorio ecommerce B2c del Politecnico di Milano. Non mancano però nemmeno i rischi, in merito alle condizioni contrattuali: se non sono rispettate le condizioni desiderate, possibile recedere nelle prime due settimane.

assicurazioni rc auto a rate

RC AUTO ON LINE: TUTTI I VANTAGGI – Rispetto al passato il cliente però ha maggiore fiducia negli acquisti diretti sul web, saltando gli intermediari. Lo conferma al quotidiano finanziario Pietro Bianchi, direttore commerciale di Direct Line: «Nel 2002, quando approdammo in Italia, il consumatore era più diffidente, preferiva il contatto umano con l’agente». Oggi la situazione è cambiata, anche grazie al clima da “spending review” – con le famiglie chiamate a risparmiare su ogni prodotto, ndr – e all’abolizione del “tacito rinnovo” delle polizze, si chiarisce sul Sole 24 Ore. Secondo il direttore di Direct Line la percentuale di penetrazione delle “assicurazione dirette” (che comprendono anche quelle vendute per telefono o tramite partnership) sale nelle grandi città, superiori ai 200 mila abitanti, dove si sfiorerebbero quote da 15 o 20%. Anche grazie al passaparola tra consumatori, soddisfatti del servizio. Gli sconti? In media si parla del 20 per cento, anche se sui singoli prodotti c’è chi ha beneficiato di prezzi dimezzati. Non una questione irrilevante, nel paese dove le Rc auto sono le più care d’Europa. Il Sole descrive anche il profilo tipico di chi acquista polizze on line: un utente abituato ad acquisti rapidi, che richiede efficienza e trasparenza. Aspetti curati da quelle compagnie che puntano sulla vendita on line. Poche settimane fa – ha ricordato il Sole – era stato uno studio condotto da Assicurazioneauto.it, a spiegare come la polizza digitale garantisca un risparmio medio di 124 euro rispetto a quella offline. Il sito aveva analizzato il livello di soddisfazione degli assicurati italiani con la loro compagnia assicurativa,sia tradizionale che diretta.

DIFFUSIONE – Nonostante i vantaggi, l’indice di penetrazione delle assicurazioni on line sembra mostrare come il servizio sia però ancora poco sfruttato (tra il 5 e il 10% del fatturato totale). Secondo l’Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici) il mercato diretto vale 1,2 miliardi di euro. Nonostante il calo del mercato generale del 6,8%, il settore delle polizze Rc auto on line registra una crescita del 4%. Ci sono paesi, come il Regno Unito, dove quasi la metà delle polizze stipulate sono acquistate sul web. Quote ancora lontane per l’Italia.

INSIDIE – Se le famiglie italiane cominciano a conoscere i vantaggi offerti, sia in termini di prezzi che di servizi, dall’acquisto delle polizze Rc auto on line, il Sole 24 Ore invita però a fare attenzione ai possibili rischi. Non pochi sono i siti che offrono preventivi iper-convenienti: basta inserire nome, cognome e numero di targa. Ma è possibile commettere errori di valutazione se non vengono analizzati tutti i termini e le condizioni presenti nel contratto. Bisogna analizzare bene quale sia il massimale (l’importo massimo che l’assicurazione è disposta a rimborsare in caso di danni a cose e/o persone): per legge il minimo è di 6 milioni di euro: 5 milioni per i danni alle persone, 1 milione alle cose. E bisogna anche fare attenzione alla franchigia, ovvero la quota del danno che resta a carico dell’assicurato: Una limitazione di solito applicata all’opzione furto e incendio, a quella “infortuni al guidatore” e a una serie di garanzie accessorie, come la rottura dei cristalli», ha spiegato il Sole 24 Ore. C’è poi da valutare la questione della rivalsa sul cliente. In alcune polizze è garantito il diritto alla compagnia, per esempio, in caso di guida in stato di ebbrezza. Meglio leggere bene tutte le condizioni del contratto prima di procedere all’acquisto.