|

L’uomo che viveva con la mummia della mamma (come in Psyco)

La polizia della capitale argentina è entrata in casa di un uomo, dopo che i vicini si erano lamentati della puzza che ne usciva, e hanno scoperto che era morto, ma hanno trovato anche il cadavere mummificato della madre, morta da anni. Esattamente come Norman Bates in Psyco.

Psycho

L’ALLARME – I vicini del quartiere avevano notato l’assenza dell’uomo, 58 anni, per alcuni giorni, ma soprattutto per la puzza che proveniva dal suo appartamento e così qualcuno ha avvertito la polizia, che è entrata nella sua abitazione per cercare di verificare cosa fosse successo.

LA SCOPERTA – Una volta entrati nell’appartamento, che si trova nel quartiere Vicente López della capitale argentina, dopo aver verificato che in effetti ne proveniva un forte puzzo di putrefazione e aver parlato con i vicini, che hanno confermato di non aver visto il suo occupante o la madre da molto tempo, ma che il puzzo era cominciato una ventina di giorni prima. Entrati con l’aiuto dei pompieri, hanno trovato anche quello della madre, Margarita Aimar de Alferi, seduto a tavola praticamente mummificato. Ai piedi di un’altra sedia, come se fosse caduto per un malore, giaceva il figlio, Claudio Alferi.

MORTI NATURALI – Secondo i patologi l’uomo era morto da una trentina di giorni, mentre la madre da otto a dieci anni. La casa era piena di spazzatura, ma non presentava segni di collutazioni o violenze, né o cadaveri sono sembrati feriti a un primo esame, per l’ipotesi è che siano morti entrambi di morte naturale e che il figlio abbia conservato il corpo della madre in casa senza dir nulla a nessuno.  Un comportamento che secondo i vicini potrebbe essere legato a una malattia mentale, di cui si dice soffrisse.