|

Il telescopio della Nasa che cattura la «Mano di Dio»

I telescopi spaziali della Nasa Nustar (Nuclear Spectroscopic Telescope Array) e Chandra hanno catturato ai raggi X una particolare immagine che ricorda una parte del corpo umano e che qualche fervente religioso potrebbe essere tentato da attribuire ad un’entità divina. Si tratta di una mano, battezzata come ‘Mano di Dio‘, comparsa al centro di una nebulosa di materiale generata dall’esplosione di una stella.

 

mano di dio nasa

 

NUBE STELLARE – L’immagine, nel dettaglio, si riferisce ad una pulsar, una stella di neutroni, e mostra una mano di colore blu con le dita che si perdono in una nuvola rossa. La potente pulsar fotografata è conosciuta precisamente con il nome di PSR B1509-58 e la relativa nebulosa che prende la forma di una mano risulta composta da un flusso incessante di elettroni e ioni creatisi dal collasso della stella. «Non sappiamo se la forma della mano è un’illusione ottica», ha detto Hongjun An, della McGill University di Montreal. «Con Nustar la mano sembra più un pugno».

CHANDRA E NUSTAR – Il telescopio Nustar è stato lanciato con successo dalla Nasa nel giugno 2012 con lo scopo principale di individuare e studiare i buchi neri supermassicci. Chandra fu invece portato nello spazio nel luglio ’99. Nustar (immagine in copertina) ha garantito ora un esame più attento rispetto a Chandra, telescopio a raggi X a più bassa energia.

(Credit immagini: Nasa)