Il nudismo da montagna, la nuova moda del trekking

In Germania e Svizzera il naturismo trova nuovi spazi oltre le tradizionali spiagge La bella stagione ormai incombe e molti...

In Germania e Svizzera il naturismo trova nuovi spazi oltre le tradizionali spiagge

La bella stagione ormai incombe e molti appassionati avranno l’opportunità, scioltasi la neve sotto i tre mila metri quasi dappertutto, di farsi delle belle e lunghe camminate in montagna. Scalare i monti è uno dei modi migliori per connettersi con la natura. La nuova moda che arriva dalla Germania e dalla Svizzera però consiglia un abbigliamento particolare, il costume adamitico. Il modo migliore per entrare davvero in contatto, anima e corpo, con le meraviglie della montagna.

DOPO IL MARE, I NUDISTI SUI MONTI - L’anno scorso è stato inauguraro in Sassonia-Anhalt, ex Germania est, il primo percorso montuoso per nudisti. Una grande festa per molti appassionati del naturalismo, che finalmente dopo la spiaggia potranno godersi il piacere di camminare in completa nudità anche in montagna. La passione è crescente, anche se ovviamente può creare qualche imbarazzo. Un naturalista svizzero intervistato dal Tages Anzeiger ha detto per esempio che gli è capitato di incrociare, camminando nudo, una processione religiosa. Problema imbarazzante, ma neanche tanto, visto che una sciarpa nel punto giusto risolve quasi tutti i problemi, a parte il freddo diciamo.

NUOVA TENDENZA – In Germania e Svizzera esistono siti che promuovono il nudismo per scalatori, dato che nei due Paesi la tradizione alpina è molto forte, così come la passione per poter girare nudi in piena tranquillità. C’è persino un giorno di festa per gli alpinisti naturalisti, che coincide con il solstizio d’estate, il 21 giugno. In Svizzera il diritto di girare per le montagne nudi è però ancora dibattuto a livello giurisprudenziale, tanto che la Corte Suprema della Confederazione elvetica deciderà se vietarlo o renderlo legale. Il presidente dell’associazione nudista tedesca ha definito i suoi colleghi scalatori come psicopatici, ma se la magistratura svizzera darà l’assenso, magari vedremo presto anche sulle belle montagne italiane qualche nudista.