|

«Gli alieni sono già tra noi»

Un ex ministro della difesa canadese ha dichiarato a Rusian TV che non solo gli alieni sono già in mezzo a noi, ma come se non bastasse si starebbero rifiutando di condividere con noi le loro tenologie avanzatissime fino a che non cambieremo le nostre abitudini belligeranti e non la smetteremo di inquinare l’ambiente. Secondo Paul Hellyer, che fu un ministro della difesa per i liberali tra il 1963 e il 1967 sotto il primo ministro Lester B. Pearson, vi sarebbero con 80 diverse specie di extraterrestri, alcuni dei quali avrebbero il nostro stesso aspetto e non sarebbe possibile distinguerli dgli esseri umani. La notizia è stata riportata dal Daily Mail.

paul hellyer ministro difesa canada alieni 2

L’INTERVISTA – Durante questa bizzarra intervista, Hellyer ha fatto una serie di dichiarazioni sugli alieni che diventavano sempre più stravaganti man mano che il colloquio con la giornalista andava avanti. «Abbiamo una lunga storia di UFO e la loro attività è aumentata da quando abbiamo inventato la bomba atomica», ha detto. «Gli alieni sono molto preoccupati per questo e per il fatto che potremmo essere abbastanza stupidi da voler utilizzare nuovamente la bomba atomica». Ha anche aggiunto che la maggior parte degli alieni vorrebbero aiutarci più che distruggerci: «Direi che la maggior parte di loro sono benevoli nei nostri confronti e vogliono aiutarci, a parte una o due specie», ha detto. Hellyer, che ha 90 anni, ha fatto la sua prima dichiarazione sugli alieni nel 2005 ed è il primo politico di alto lignaggio ad aver mai dichiarato apertamente l’esistenza degli extraterrestri, sostenendo che stanno visitando il nostro pianeta da migliaia di anni e sono abbastanza impressionati dal modo in cui viviamo: «Passiamo troppo tempo a combattere tra di noi, spendiamo troppi soldi per le spese militari e non per nutrire i poveri e curare i senzatetto e chi ne ha davvero bisogno. Gli alieni vorrebbero aiutarci e insegnarci modi migliori per vivere, ma solo con il nostro consenso. Pensano che non stiamo gestendo bene il nostro pianeta. Stiamo disboscando le nostre foreste ed inquinando i fiumi e i laghi. Riversiamo liquami negli oceani. Stiamo facendo una serie di cose che non andrebbero fatte se tenessimo veramente al nostro pianeta».

paul hellyer ministro difesa canada alieni 3
Foto: Youtube

MAI VISTO UN ALIENO – Le dichiarazioni di Hellyer sembrano un estratto di una puntata di Star Trek, ha anche parlato di «una federazione di alieni» che si sarebbe imposta di non interferire con le nostre attività: «Il futuro della nostra specie e di tutte le altre presenti sulla Terra è a rischio se non cerchiamo di capire cosa sta succedendo e non lavoriamo con i vicini degli altri pianeti». Gli alieni sarebbero anche quelli che hanno inventato alcune delle nostre tecnologie, tra le quali i chip, la luce LED e il giubbotto in kevlar. Hellyer ha detto di non aver mai incontrato un alieno in vita sua, ma avrebbe visto un UFO nei pressi del lago Muskoka, in Ontario. Secondo l’ex ministro della difesa vi sarebbero gli alieni che chiama «Tall Whites» (Bianchi alti), che starebbero lavorando con le forze aeree degli Stati Uniti in Nevada: «Un paio delle loro donne vanno in giro per Las Vegas vestite come suore e non vengono notate», ha dichiarato. Vi sarebbe inoltre un altro gruppo di extraterrestri, gli »Short Greys» (Bassi grigi), che avrebbero braccia e gambe molto sottili, grandi teste e sarebbero alti circa un metro e mezzo. Un’altra specie di alieni invece sarebbero i »Nordico Blondes» (Biondi nordici) e Hellyer ha detto che potrebbero essere tranquillamente scambiati per dei cittadini danesi o comunque scandinavi. Dove Hellyer abbia reperito tutte queste informazioni non è dato saperlo, fatto sta che d’ora in poi i complottisti di tutto il mondo useranno questa intervista come prova inconfutabile dell’esistenza degli alieni. Che abbia usato la metafora degli esseri viventi provenienti da altri mondi per dirci che dobbiamo trattare meglio il nostro pianeta? Poco importa, ormai è stato aggiunto un altro capitolo alla bibbia dei creduloni.