|

La truffa del video shock con lo squalo che mangia un uomo

Hoax Slayer ci svela la truffa nascosta dietro ad un messaggio apparso negli ultimi giorni su Facebook nel quale s’invita a guardare un video definito toccante che ha per protagonista un uomo mangiato da uno squalo. A corredo del testo un fotogramma di quello che dovrebbe essere il video il cui si vede l’uomo in questione nella bocca dell’animale. Tuttavia, come già detto, si tratta di una nuova truffa apparsa su Facebook.

videotruffa-squalo-uomo-facebook (2)

LA TRUFFA – Il messaggio, nato per diventare virale il prima possibile, porta alla partecipazione di un falso sondaggio dietro la promessa di ottenere una vincita in denaro. Inutile dire che chi clicca sul messaggio in questione non vedrà mai il filmato promesso. Invece verrà portato su una falsa pagina Facebook che mostra ciò che sembra un video «embeddato» corredato da una serie di falsi commenti. E se si schiaccia il bottone «play», ecco che appare un altro messaggio che invita lo spettatore potenziale a condividere la pagina su Facebook.

 

LEGGI ANCHE: La truffa su Facebook dell’incidente più brutale del mondo

 

IL SONDAGGIO – Una volta fatto si finisce su una seconda pagina con ancora un qualcosa che assomiglia ad un video da vedere. Se si schiaccia ancora il tasto «Play», apparirà un pop-up in cui si parlerà di un controllo di sicurezza nel quale si chiede di partecipare ad un sondaggio on-line prima di vedere il filmato. Viene richiesto il numero di telefono che verrà usato per l’iscrizione a costosi servizi sms. Oppure vengono proposte altre richieste di contatti in cambio di offerte, con questi che verranno ceduti a compagnie terze con fini commerciali. Inutile dire che non vedrete mai il video in questione.

GLI ALTRI CASI – Chi c’è dietro? Probabilmente si tratta di persone che ottengono delle commissioni per ogni partecipante al sondaggio. Secondo onlinethreatalerts.com il sito responsabile della truffa si chiama hxxp://discoverfacts. es/ e s’invita ad abbandonare la pagina appena si vede tale indirizzo. Si tratta del terzo caso di truffe via Facebook in pochi giorni. Nei due casi precedenti sono stati proposti due video, falsi, relativi rispettivamente ad un grave incidente stradale ed al serpente più grande del mondo. In ultima analisi ecco una curiosità che non sfuggirà certo ai cinefili: l’immagine della truffa è stata tratta da «Lo Squalo 4 – La vendetta». (Photocredit onlinethreatalerts.com)