|

«Michael Schumacher è morto»: gli sciacalli si portano avanti su Facebook

Michael Schumacher è in coma dopo l’operazione al cervello di ieri. Il campione di Formula Uno ha avuto un incidente con gli sci a Maribel, dove si trovava con il figlio, e sin dal primo momento si è capito che la sua situazione poteva essere difficile.

LEGGI ANCHE: «Michael Schumacher ha lesioni cerebrali diffuse»

Secondo le ricostruzioni dei media, l’ex pilota aveva battuto la testa su una roccia, e la portavoce Sabine Kehm, che non era con Schumi, aveva specificato che «Michael portava il casco, ora i medici si stanno occupando di lui con professionalità. Vi chiediamo di comprendere che non possiamo fornire in continuazione informazioni sul suo stato di salute». A fare chiarezza sulla ridda di voci inseguitesi per tutta la giornata è arrivato in tarda serata il comunicato diffuso dal centro ospedaliero universitario (Chu) di Grenoble, dove nel frattempo l’ex ferrarista era stato ricoverato, dopo il trasporto in elicottero, proveniente dalla struttura di Moutiers, in Savoia: «è in condizioni critiche». Su Facebook nel frattempo hanno iniziato a comparire pagine commemorative dell’ex campione, dandolo già per morto.

Michael schumacher facebook rip morto 1

GLI SCIACALLI SU FACEBOOK – Michael Schumacher invece sta ancora lottando per la vita. Purtroppo c’è chi, probabilmente sperando di speculare sulla sua morte lo dà già per spacciato. Sono più di un centinaio le pagine commemorative dedicate all’ex campione di Formula 1 e ogni admin di ogni pagina spera di ottenere migliaia e migliaia di “Mi piace”: grazie a tutta questa visibilità poi la fanpage potrà poi essere utilizzata come base di lancio per prodotti commerciali o essere rivenduta, in ogni caso una speculazione sulla sofferenza delle persone.