|

Chi sono i calciatori indagati per il calcioscommesse?

L’ex giocatore del Milan e campione del mondo a Berlino, Gennaro Gattuso, e l’ex giocatore della Lazio Cristian Brocchi sono indagati nell’ambito del nuovo filone d’inchiesta sul calcioscommesse. Secondo quanto si apprende, l’accusa ipotizzata nei loro confronti dalla procura di Cremona è associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva.

 

gennaro gattuso indagato calcioscommesse brocchi

 

Gattuso, dopo esser stato esonerato dal Palermo, è attualmente allenatore del Sion, in Svizzera; Brocchi, che oltre alla Lazio ha giocato con Milan, Inter e Verona, attualmente ricopre invece  l’incarico di allenatore delle giovanili del Milan. Nei confronti di entrambi sono state eseguite dalla polizia delle perquisizioni.

GENNARO GATTUSO INDAGATO PER IL CALCIOSCOMMESSE CON BROCCHI – Dalla prima mattina di oggi decine di agenti della squadra mobile di Cremona e del Servizio centrale operativo stanno eseguendo in diverse città italiane alcune ordinanze di custodia cautelare firmate dal Gip della città lombarda Guido Salvini. In corso anche una serie di perquisizioni a carico di soggetti indagati. I provvedimenti, richiesti dalla procura di Cremona, sono relativi all’ultima fase dell’inchiesta ‘Last Bet’, partita a giugno del 2010, che ha già portato in carcere decine di giocatori ed ex giocatori anche di serie A, tra cui Beppe Signori, Cristiano Doni e Stefano Mauri. Oltre agli agenti della squadra mobile di Cremona e a quelli dello Sco, sono impegnati nelle perquisizioni diversi uomini delle questure interessate. Gli arresti sono stati eseguiti a Milano, Bologna, Rimini, Messina. A quanto si apprende, fra gli arrestati nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse ci sono i due “mister X”, ovvero Salvatore Spadaro e Francesco Bazzani, indicati dai calciatori nelle diverse fasi dell’inchiesta. Dalle indagini, risulterebbe che i due erano il collegamento fra le società di calcio e giocatori e il giro delle scommesse clandestine. I due erano una sorta di broker e si sarebbero occupati di intermediazioni. Le altre due ordinanze di custodia cautelare sono state emesse nei confronti di Cosimo Rinci e Fabio Quadri.

VISITE A MILANELLO – Da quanto emerge, Brocchi e Gattuso erano in contatto con due degli arrestati. In particolare Bazzani, detto Civ, in un’occasione si era introdotto nel centro sportivo di Milanello, dove si allena il Milan, e aveva inviato messaggi allo stesso Gattuso. È accaduto nel febbraio del 2012 quando si erano svolte partite di Milan, Lazio e Juventus sulle quali Bazzani avrebbe cercato di influire.

L’INDAGINE PER IL CALCIOSCOMMESSE
– L’operazione di oggi «è un ulteriore risultato che conferma l’impegno della Polizia contro il fenomeno del calcioscommesse e che va inserito in un contesto più ampio di indagini». Lo dice il direttore del Servizio centrale operativo della Polizia, Raffaele Grassi, in relazione al nuovo filone d’inchiesta della procura di Cremona conclusosi con l’emissione di quattro ordinanze di custodia cautelare e diverse perquisizioni. Il risultato di oggi, aggiunge Grassi, è il frutto del proseguimento delle inchieste ‘Last Bet 1‘ e ‘Last Bet 2‘ «che hanno già consentito di arrestare complessivamente 54 soggetti e di indagare più di 120 persone».

IL 18 SETTEMBRE SCORSO – Lo scorso 18 settembre 14 persone erano state arrestate a Singapore nell’ambito di un’operazione contro un’organizzazione mondiale dedita al calcioscommesse. Secondo quanto riferiva la stampa locale tra le persone arrestate c’era anche Tan Seet Eng, noto anche come Dan Tan, quello che è considerato il vero boss delcalcioscommesse mondiale. Nei confronti di Tan Seet Eng è stato spiccato dall Tribunale di Cremona una richiesta di arresto internazionale nell’ambito dell’inchiesta sul ‘calcioscommesse’ del procuratore Di Martino. “I 12 uomini e le 2 donne sono stati arrestati a Singapore in un’operazione condotta nelle prime ore di martedì 17 settembre. Tra le persone in custodia c’era il presunto leader e altri individui che sono oggetto di indagini in altre giurisdizioni in relazione alle attivita’ di match-fixing”, si legge in una nota dell’Interpol. “Gli arresti fanno parte di un’operazione congiunta, condotta dal Dipartimento investigativo di Singapore (CId) e dall’Unita’ anticorruzione con il sostegno della Polizia (Cpib)”, prosegue la nota.

LA CONDANNA PER MAURI – Nell’ambito dei processi sportivi erano stati comminati nove mesi di squalifica per Stefano Mauri, centrocampista della Lazio accusato nel processo sul calcioscommesse di omessa denuncia per Lazio-Genoa del 11 maggio 2011. Questa la decisione in secondo grado della Corte di Giustizia della Figc.La Corte di giustizia federale, si leggeva nel dispositivo nell’ottobre scorso, ha accolto in parte il reclamo della procura federale ed ha inflitto a Mauri la squalifica per nove mesi complessivi, mentre a Lazio dovra’ pagare un’ammenda di 50 mila euro. Respinti i ricorsi della stesso Mauri e del club biancoceleste.

CHI È ‘RINGHIO’ GATTUSO – Per tutti ‘Ringhio’, Gennaro Ivan Gattuso, classe 1978, da Corigliano Calabro, è uno dei simboli della Nazionale italiana campione del mondo nel 2006 ed è Cavaliere della Repubblica. Noto per il suo carattere schietto e lo spirito da combattente, Ringhio ha vissuto una carriere da mediano di alto livello a ‘mordere’ le caviglie degli avversari. Non è stato attivo solo in campo sportivo. Gattuso è da sempre impegnato nel sociale con una onlus che si occupa dei ragazzi meno fortunati della Calabria. È un imprenditore del settore ittico. Ha scritto tre libri. La passione per il calcio gli viene trasmessa dal padre Franco, calciatore con un passato in Serie D. A 12 anni, dopo avere superato un provino lascia Corigliano, Gattuso si trasferisce a Perugia dove milita nelle giovanili fino all’esordio in Serie A, avvenuto a 18 anni. Dopo appena otto partite disputate con gli umbri si trasferisce poi in Scozia, ai Rangers di Glasgow. Si tratta di un trasferimento ‘turbolento’ perché realizzatosi dopo la ‘fuga’ del calciatore da Perugia senza preavviso. È l’aprile del 1997. Prima di poter giocare in Scozia passano due mesi, perchè la Figc non concede il transfer per il suo tesseramento, nonostante il giocatore avesse già firmato un contratto con il club scozzese. A Glasgow Gattuso viene soprannominato ‘Braveheart’, per il suo spirito da combattente dimostrato in campo. L’esperienza scozzese, durante la quale conosce anche la sua futura moglie Monica, segna ‘Ringhio’ in positivo. Gattuso resta a Glasgow due stagioni per poi ritornare in Italia nell’ottobre ’98, alla Salernitana, dove resta una stagione per poi passare al Milan nell’estate del ’99 e cominciare la lunga storia in rossonero, durante la quale vince due Champions League, una Coppa Italia, due Supercoppe europee, due scudetti, due Supercoppe italiane, un Mondiale per club. Con la maglia del Milan Gattuso conquista l’azzurro della Nazionale, dove esordisce nel febbraio del 2000, contro la Svezia. L’esperienza in azzurro dura 10 anni e culmina con la vittoria del Mondiale nel 2006. Gattuso dà l’addio alla Nazionale nel giugno 2010, dopo il match contro la Slovacchia, al termine del disastroso Mondiale sudafricano. Dopo 13 stagioni al Milan, Gattuso nel maggio 2012 chiude la propria esperienza in rossonero e si trasferisce in Svizzera, al Sion dove, nel corso della stagione, ricopre anche il ruolo di allenatore. Conclusa l’esperienza in Svizzera, a giugno accetta la proposta di allenare il Palermo, in Serie B. Ma l’esperienza in rosanero dura appena sei giornate e si conclude con l’esonero.