I cannibali più famosi della storia

Il recente caso del cannibale slovacco che voleva mangiare un cittadino svizzero ha riportato alla memoria alcuni famosi predecessori che avevano particolare piacere a mangiare carne umana. Il quotidiano elvetico Blick propone alcune dei casi più noti alle cronache recenti.

Armin Meiwes, il cannibale di Rotenburg, condannato all’ergastolo per aver ucciso e mangiato un uomo. Come prima pietanza aveva tagliato il pene della sua vittima, consenziente, per gustarselo come aperitivo del cadavere mangiato dopo, con le spezie sopra però.

Jeffrey Dahmer era il cannibale di Milwaukee. Uccise una quindicina di gay, e dopo aver squartato le sue vittime ne mangiava alcuni pezzi del loro corpo.

Andrei Tschikatilo, probabilmente il serial killer più pericoloso della storia. 55 vittime almeno, uccideva le donne perchè era impotente sessualmente. Era solito mangiare gli organi sessuali delle proprie vittime.

Issei Sagawa da giovane studente uccise una sua collega olandese. Tolse sette chili di carne dal suo cadavere per poi gustarsela con calma. Il padre ricco e influente gli permise una carcerazione molto breve, ora è a piede libero.