|

Le Iene e Filippo Piccone, il sindaco che non paga i debiti

Nella puntata de “Le Iene” andata in onda ieri sera su Italia Uno, Filippo Roma ha scoperto che c’è chi che ha scoperto un metodo infallibile per ridurre i costi della politica: basta non pagare. L”uomo che ha azzerato i costi della politica è Filippo Piccone, coordinatore regionale del Pdl Abruzzo.

iene filippo roma piccone sindaco tagli abruzzo aquila 6

LE AZIENDE NON PAGATE – Secondo Roma l’uomo sta facendo campagne elettorali dal 2008 e deve soldi ad un mucchio di persone. Sonia Fiucci di Alice 2007 s.r.l. sostiene che Piccone debba dare alla sua azienda ancora 20.000 euro più Iva per l’organizzazione di una serie di eventi, mentre Umberto Bonanni di Cartel s.r.l. avrebbe messo in piedi una campagna pubblicitaria per i candidati sindaci dell’Aquila nel 2012. Il contratto è stato firmato da Piccone, che deve ancora all’azienda 35 mila euro. Alberto Orsini di Abruzzo Web ha in mano il contratto da 12 mila euro firmato da Piccone per avere degli spazi pubblicitari sul sito, ovviamente mai pagato. Giosafat Capulli di TvUno L’Aquila invece sostiene che il politico debba al canale 12.800 euro per gli spot elettorali messi in onda durante la campagna elettorale 2013.

LA PROMESSA – Filippo Roma quindi si dirige verso Celano, cittadina della quale Piccone è anche sindaco, per chiedere al politico cosa ne pensi del finanziamento pubblico ai partiti. Piccone risponde al microfono di Filipo Roma e sostiene che non serva e quando l’inviato delle Iene gli fa notare che «fa le campagne elettorali a costo zero», Piccone capisce dove si vuole andare a parare, ma non si scompone più di tanto «vuol dire che sono bravo», sostiene Piccone. Filippo Roma fa vedere al Piccone un video in cui le persone intervistate gli chiedono di avere i soldi che spettano loro: il politico abruzzese scoppia a ridere durante la visione del filmato. Piccone crede di non essere lui a dover onorare i contratti, ma dovrebbe occuparsene il Pdl. Poi fa una promessa per la quale tutte le persone che devono essere pagate riceveranno i soldi in pochi mesi. Nel frattempo qualcuno aggredisce l’autore del programma.: si tratta di Benedetto Di Censo, sindaco di Aielli, una pese vicino a Celana. Piccone si scusa per il comportamento del collega e fa una fioretto, dicendo che i contratti che le aziende che ancora non hanno ricevuto i soldi verranno pagate entro 3 mesi, «dal Pdl».