|

Il video dello spacciatore di sostanze dopanti preso dai carabinieri

Maria Vincenza Gioia nel 2006 ha vinto il campionato del mondo di Body Building. Racconta che di solito, quando si parla di Body Building, le persone credono che sia un «Fenomeno da baraccone. Di solito si è abituati a vedere gente con la pancia, per le persone è questa la normalità». Racconta di essere portata a livello muscolare e di aver scoperto questa cosa già da ragazzina e che con il body building ha «dato il giusto senso» al suo corpo, «siamo i padroni del nostro corpo», ha detto.

body building anabolizzanti steroidi culturismo 5

IL DOPING – Marco Berry racconta di un suo amico che fa body building ed è un «natural», ovvero uno di quei praticanti di questo sport che non prendono steroidi di nessun tipo per umentare la massa muscolare, che però durante le gare vengono sempre battuti dai «furbetti». Maria Vincenza Gioia approfitta del momento per dire di essere «natural» anche lei. Steroidi ed anabolizzanti sono molti diffusi in questo genere di ambiente, e la trasmissione si è avvalsa di Dorian, un complice, per cercar di capire come funziona il mondo degli anabolizzanti nel body building. Dorian racconta di essere stato in un paletra di Milano nella quale l’istrutture gli ha proposto farmaci anabolizzanti proibiti in Italia «In Italia le cose o sono buone o sono illegali», confermando al ragazzo che di sera gli avrebbe consegnato «due vaniglie e un fragola». Dorian e un altro complice incontrano il personal trailer che consegna loro gli anabolizzanti e fa loro delle raccomandazioni sull’uso, dicendo poi a Dorian di fare attenzione con le comunicazioni perchè ha «il telefono sotto controllo».

L’ARRESTO – Dopo lo scambio, sulla falsa riga de “Le Iene”, interviene l’inviato di “Lucignolo” e chiede all’istruttore perchè vende questi anabolizzanti dannosi per la salute. L’uomo sostiene di aver fatto loro un favore e che non è detto che facciano male alla salute: «Se Lei mangia un salame al giorno è morto dopo due mesi, quindi?». L’inviato di Lucignolo gli fa notare che però gli anabolizzanti sono sostanze illegali e dopo pochi secondi intervengono i carabinieri del Nas di Milano, che trovano nell’auto dell’istruttore pasticche, anabolizzanti, farmaci di ogni tipo e soldi. L’uomo è stato quindi portato via dai militari e denunciato per spaccio di sostanze dopanti e importazione illecita di farmaci. Maria Vincenza Gioaia ha in studio ha detto che è facile avere un bel fisico senza fare uso di sostanze dopanti.