|

Krokodril: la droga che divora la pelle

La pelle sembra divorata. I tessuti si sciolgono rendendo visibili muscoli e tendini. Si formano bruciature, ascessi e cancrene. Sono i devastanti effetti del Krokodil, nuova droga che dalla Russia sta pian piano diffondendosi in altre parti del mondo, dalla Gran Bretagna agli Stati Uniti. Ne parla oggi la versione britannica dell’Huffington Post raccontando come l’allarme sia giunto anche nel Regno Unito.

 

krokodil 3

 

«EROINA CANNIBALE» – Il Krokodil, in passato commercializzato in Svizzera come farmaco sotto il nome di Permonid, viene oggi considerato dagli esperti come «la droga più pericolosa del mondo», una sorta di «eroina cannibale». La nuova sostanza rappresenta una sintesi della codeina attraverso l’uso di sostanze tossiche, come la benzina, diluenti per vernici, oli utilizzati in campo industriale ed alcol. Le conseguenze sul corpo sono terribili. La pelle viene distrutta e diventa squamosa come quella di un coccodrillo (un particolare, quest’ultimo, dal quale nasce il termine ‘Krokodil’). La diffusione viene poi favorita dal suo basso costo. Un servizio delle Iene ha rivelato che in Russia, paese ad alto tasso di tossicodipendenti e di massima diffusione della Krokodil, la nuova droga è disponibile al prezzo di soli 12 euro a dose, circa un quarto dei 50 euro necessari per assumere eroina.

 

krokodil 1

 

I DANNI – «Ci sono molti segnali di pericolo», conferma oggi il dottor Allan Harris, specialista nel trattamento di tossicodipendenti all’Huffington Post che ha curato una distruzione dei tessuti «enormomente sproporzionata». «Ho già trattato un caso e sono sicuro che nei prossimi anni ne vedrò di più», dichiara l’esperto. L’uso della sostanza, spiega Harris alla stampa, può condurre alla morte. «C’era – ha spiegato Harris raccontando l’esperienza del suo paziente – una voragine nel suo braccio, dalla quale si potevano vedere i tendini e le ossa in movimento. Non era in grado di usare l’arto destro. I muscoli non sono cresciuti perchè completamente incancreniti. E’ morto quest’anno».

 

 

LA DIPENDENZA – L’allarme sulle nuove droghe viene sollevato anche da Danny Morris, esperto in strategie di recupero dai danni per i tossicodipendenti. «E’ un problema sempre più grave», ha dichiarato riferendosi alla rapida diffusione di Krokodil. «Abbiamo notato un nuovo modello. Un calo del consumo di eroina e un massiccio aumento delle iniezioni di mefedrone». «Iniettarsi mefedrone può essere esperienza euforica ma certamente viene servita insieme agli aspetti spiacevoli». Risulta elevato anche il tasso di dipendenza. Alcuni assuntori hanno raccontato della tentazione irresistibile di iniettarsi sempre più sostanza. Qualcuno di loro hanno ammesso di assumere le nuove droghe fino a 15 volte al giorno. «Mi rendo contro che non sto bene, ma la sensazione è incredibile. Non senti più dolore», ripetono. «E’ la peggiore droga da cui si possa dipendere», rilevano Harris e i funzionari di polizia che tentano di arginare il fenomeno.

(Fonte foto: Huffington Post)