|

Le 20 assurdità segrete che non sapevi su Scrubs

Con la sua comicità surreale e i messaggi profondi che lancia alla fine di ogni episodio, Scrubs è una delle serie tv più amate da una sponda all’altra dell’oceano Atlantico. Dustin Rowles di Warming Glow, grande appassionato della serie, ha raccolto 20 curiosità che non potranno che farvi venire nostalgia del dottor Dorian e dei suoi colleghi.

scrubs 5

1. L’episodio «Il mio disastro» (stagione 3, episodio 14) è globalmente considerato il miglior episodio dell’intera serie: ha ottenuti i voti più alti sia sull’IMDB che su Tv.com e ha addirittura ricevuto una nomination agli Emmy per il suo omaggio al film Il Sesto Senso. I fan della serie  lo descrivono come uno dei momenti più intensi di Scrubs.

2. Nell’episodio pilota, «Il mio primo giorno», J.D. indossa una maglietta di Clone High, un’altra serie tv creata da Bill Lawrence. Ma Scrubs è del 2001, Clone High è andato in onda per la prima volta nel 2002.

3. L’Ospedale del Sacro Cuore, dove si svolge la storia è in realtà il North Hollywood Medical Center, che è stato il set anche di altre serie ambientate negli ospedali. È stato quasi interamente demolito nel 2011, ora sta per diventare un complesso di appartamenti

scrubs 24. Il titolo di ogni episodio comincia con «Il mio…», ci sono però alcune eccezioni: quando cambia il narratore dell’episodio (e allora il titolo diventa «La sua storia») e in tutta la nona stagione, quando i titoli diventano «il nostro…»

5. Il sesto episodio della sesta stagione, «Il mio musical», è stato nominato a cinque Emmy Awards. L’episodio è stato interamente scritto da Deborah Fordham, autrice anche dei testi delle canzoni.

 

6. La band dell’avvocato Ted esiste davvero, e si chiama The Blanks: lo stesso Sam Lloyd ne è un membro e la sua performance migliore è sicuramente la over di Hey Ya degli Outkast

7. Bill Lawrence ha scritto sia il finale della sesta stagione che quello dell’ottava pensando, in entrambi i casi, che sarebbero stati anche il finale dell’intera serie. Nel finale dell’ottava stagione sono ricomparsi almeno 50 attori che hanno avuto un ruolo nella serie, con tre eccezioni illustri: Heather Graham, che ha rifiutato per ragioni personali, Masi Oka e Sarah Lancaster, che non hanno ricevuto il permesso dalla NBC.

8. La prima stagione di Scrubs è stata vista in media da 11 milioni di spettatori, che sono diventati 15 nel corso della seconda stagione. Poi gli ascolti sono cominciati a calare, fino a toccare i 3,8 milioni nella nona e ultima serie.

9. Inizialmente, l’inserviente senza nome nemico giurato di J.D. sarebbe dovuto comparire solo nel primo episodio. Ma Neil Flynn fu talmente bravo che il suo diventò un personaggio fisso dello show. E sì, ha avuto davvero un piccolo ruolo ne Il fuggitivo:

10. Il nome dell’inserviente, comunque, viene rivelato nell’ultimo episodio: Glenn Matthews. Ma poiché tutti lo conoscono come un bugiardo, nessuno gli crede.

11. Addirittura, il personaggio dell’inserviente sarebbe dovuto essere soltanto un parto della fantasia di J.D., per questo non interagisce con nessun altro personaggio fino alla seconda stagione.

12. Michael Muhney, altrimenti conosciuto come lo sceriffo Lamb in Veronica Mars, ha sostenuto due provini per il ruolo di J.D. ma poi è stato scartato perché secondo Lawrence non era abbastanza… «particolare».

scrubs 3

13. John C. McGinley, che interpreta il dottor Cox, ha recitato anche in Platoon di Oliver Stone:

14. John Ritter, che interpreta il padre di J.D. è morto durante le riprese dello show. Per questo gli sceneggiatori hanno deciso di far sparire anche il suo personaggio. La sua ultima battuta è totalmente improvvisata, e si può quasi vedere J.D. ridere.

15. La sigla di testa di Scrubs ha sempre avuto un solo credit: quello di Bill Lawrence. Soltanto nel corso della seconda stagione la sigla è stata cambiata, per poi tornare a quella originale:

16. Nella scena del Bunjee Jumping, J.D. ed Elliott sono interpretati da due controfigure: i due stunt si sono incontrati per la prima volta su quel set, si sono innamorati e ora sono marito e moglie.

17. La serie ha sempre potuto contare su tre consulenti medici: Dr. Jonathan Doris, Dr. Jon Turk e la dottoressa Dolly Klock. I loro nomi hanno ispirato quelli dei due protagonisti, J.D e della dottoressa Molly Clock, interpretata da Heather Graham.

18. Jonathan Doris appare brevemente anche nell’ultimo episodio della serie. Lo si vede in questo video:

19. Il dottor Colonnello, il dott Beardface e il praticante Snoop Dogg hanno iniziato tutti negli Extra della serie e devono i loro nomi ai nomignoli che la troupe ha affidato loro.

20. Phil Lewis, l’attore che interpreta il dottor Hooch ha avuto problemi con la giustizia: nel 1991 è stato condannato per omicidio per aver ucciso una donna mentre era ubriaco alla guida della sua auto. Ha trascorso anche un certo periodo in prigione.

scrubs 4