Lapo Elkann Agnelli rapimento
|

«Sono famoso e ho subito abusi sessuali»

Da quando ho compiuto 13 anni ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita. Cose capitate a me e ad altri ragazzi. Parlo di abusi fisici. Sessuali. Mi è accaduto, li ho subiti. Altre persone che hanno vissuto cose simili non sono riuscite ad affrontarle.

Lapo Elkann
Lapo Elkann

LA DRAMMATICA ESPERIENZA DI LAPO ELKANN – È una rivelazione scioccante quella fatta da Lapo Elkann a Il Fatto Quotidiano, cui ha raccontato di aver subito abusi sessuali da ragazzino quando era allievo in un collegio di padri gesuiti. Il nipote dell’Avvocato Agnelli ha spiegato di non averne mai parlato con nessuno, ma che ora vuole che «a sua storia sia utile a qualcuno» aiutando attraverso una fondazione le altre persone che sono passate attraverso il suo stesso incubo. Un’esperienza che, come ha detto Elkann, «ti conficca il male dentro» e che non tutti riescono a superare:

Il mio migliore amico, che era in collegio con me per quasi 10 anni e ha vissuto quello che ho vissuto io, si è ammazzato un anno e mezzo fa.

MADONNA: «SONO STATA STUPRATA» – Lapo Elkann non è il primo vip a rivelare pubblicamente di aver subito abusi: numerosi personaggi famosi, principalmente appartenenti al mondo dello spettacolo, a un certo punto della propria carriera hanno confessato di essere state vittima di violenze sessuali. Recentemente a rendere una simile dichiarazione era stata Madonna: la regina del pop ha rivelato nel corso di un’intervista ad Harper’s Bazaar di essere stata stuprata durante i suoi primi anni anni a New York, mentre ancora cercava di sfondare come cantante. La violenza si è consumata sul tetto di un edificio, sotto la minaccia di un coltello.

Guarda le foto: 

TORI AMOS: «LA COSA PIÙ DOLOROSA» – Un’altra cantante ha subito uno stupro in simili circostanze, riuscendo però a sublimare la drammatica esperienza nella sua arte: Tori Amos ha rivelato di essere stata violentata da un suo conoscente poco dopo il termine di un suo concerto, a Los Angeles. «La cosa più dolorosa è sentirsi tradita – racconterà in seguito la cantante –  Da un’amicizia, ma anche da te stessa. Non riesco ancora ad accettare di aver dato al mio aggressore l’occasione di sfogare il suo odio per me, per tutte le donne». Da quella tragica esperienza nascerà una canzone: Me And A Gun, che descrive come l’uomo le abbia puntato una pistola alla tempia per costringerla a non reagire durante la violenza.

IL PADRE VIOLENTO DI BILLY BOB THORNTON – Come dimostra la triste esperienza di Lapo Elkann, nemmeno i ragazzini sono protetti da simili tipi di abusi: poco più di un anno fa il regista statunitense Billy Bob Thornton, ex marito di Angelina Jolie, ha raccontato la genesi dei uno dei suoi film più famosi: in Jayne Mansfield’s Car il regista ha trovato il mondo di raccontare la sua storia: «Mio padre era un uomo molto violento – ha raccontato – In casa nostra succedevano violenze fisiche e verbali. Era un veterano della guerra di Corea. Non credo di aver mai avuto una conversazione con lui».

GIANLUCA GRIGNANI: «ERA L’ANNO DEI MONDIALI…» – Ancora più drammatica la testimonianza di un altro cantante, Gianluca Grignani. Anche lui ha trovato il modo di sublimare il trauma nella musica, ma è solo nella sua autobiografia che riesce a raccontarsi appieno: «Era il 1982, l’estate dei mondiali – racconterà molti anni più tardi – Facevo un corso di tennis con il Coni… Un ragazzino più grande mia aveva preso di mira, era omosessuale e pedofilo, ci provava con me e, dal momento che non ci stavo, mi picchiava. Si sedeva sopra di me e mi insultava perché non avevo un’erezione. Tutto questo durò per oltre due settimane». Nemmeno Grignani, come Elkann, ha mai dimenticato gli abusi ma, ad anni di distanza, riconosce come sia stato di fondamentale importanza parlarne apertamente, invitando a fare lo stesso anche tutti coloro che sono passati attraverso questa drammatica esperienza.

(Photocredit: Getty Images)