“Io, stuprata dalla folla in piazza Tahrir”

Lara Logan, giornalista della Cbs, aggredita durante i festeggiamenti per l’addio di Mubarak La giornalista Lara Logan di Cbs News...

Lara Logan, giornalista della Cbs, aggredita durante i festeggiamenti per l’addio di Mubarak

La giornalista Lara Logan di Cbs News è stata ricoverata in ospedale dopo essere stata violentemente aggredita e violentata dallafolla in Egitto a Piazza Tahir venerdì, secondo una dichiarazione dalla CBS.

DURANTE I FESTEGGIAMENTI – Nel pieno dei festeggiamenti durante le dimissioni di Mubarak, la Logan stava registrando un servizio per la Cbs per il programma 60 minutes quando la sua troupe e il personale di scorta sono stati sopraffatti da quella che la televisione americana ha definito “una folla di oltre 200 persone”.  “Nella calca di folla, è stata separata dalla sua troupe. Era circondata ed ha subito un costante e brutale aggressione sessuale e percosse, prima di essere salvata da un gruppo di donne e una ventina di soldati egiziani,” ha detto la Cbs in una dichiarazione rilasciata martedì sera.  “E ‘tornata al suo hotel e tornata negli Stati Uniti con il primo volo il mattino successivo. Attualmente è ricoverato in ospedale “.  La Logan è stata assunta alla CBS nel 2002, dopo una carriera al telegiornale conun breve periodo in GMTV coprendo l’invasione dell’Afghanistan nel 2001, ed è una “veterana” delle  war zones tra Iraq e Kosovo.

ANCHE ARRESTATA – Era stata anche precedentemente arrestata dai militari egiziani per un giorno, durante il giro di vite stretto dal regime di Mubarak nei confronti dei giornalisti stranieri. Logan fa parte del consiglio del Committee to Protect Journalists, che ha documentato 140 attacchi contro i giornalisti in Egitto durante le proteste di questo mese.  “Abbiamo visto l’impegno di Lara al lavoro mentre aiutare i giornalisti che hanno affrontato brutali aggressioni, mentre stavano facendo il loro lavoro. Lei è una giornalista brillante, coraggiosa e impegnata. Le auguriamo una pronta guarigione”, ha detto Paul Steiger, presidente della commissione.  La CBS ha detto che non farà ulteriori commenti. “Logan e la sua famiglia vogliono il rispetto della privacy in questo momento”, ha detto la rete nella sua dichiarazione.