|

I 10 più grossi errori sulle invenzioni tecnologiche

Il progresso tecnologico è spesso affascinante e incredibile. Così incredibile che anche agli esperti si rizzano i capelli quando guardano a certi errori di valutazione del passato rispetto a tecnologie che oggi sono di uso comune. Ecco i più grandi errori di valutazione nel campo tecnologico raccolti per voi da Bild.

Bell's Telephone

1. TELEFONO – Quasi 140 anni fa, i vertici di Western Union non capivano perchè avrebbero dovuto comprare il brevetto di Alexander Graham Bell, che nel 1876 offrì loro di acquistare la sua invenzione per 100 mila dollari. Per la compagnia il telefono era un’invenzione senza valore. Bell migliorò quindi la sua creazione e un anno dopo fondò la sua compagnia telefonica, la “Bell Telephone Company”, che più tardi diventerà “American Telephone & Telegraph Company”, meglio conosciuta come AT&T

2. TV – Il pioniere della radio Lee de Forrest, nel 1926 non credeva affatto nel potenziale della televisione, credeva che a livello teorico e tecnico fosse realizzabile, ma non a livello commerciale. L’uomo si sbagliò di grosso.

3. SPAM – Era il 2004 quando Bill Gates, fondatore di Microsoft, disse che in una paio d’anni lo spam sarebbe stato un problema del passato. Nello stesso discorso, disse anche che la sua azienda avrebbe superato Google nelle tecnologie di ricerca in internet…

4. IPOD – Il fondatore della Amstrad nel 2005 disse che l’Ipod avrebbe avuto vita breve «il prossimo Natale sarà un prodotto finito». L’anno dopo, il lettore Mp3 della Apple ha quasi raddoppiato le vendite raggiungendo i 40 milioni di esemplari venduti e continua ad essere un prodotto desideratissimo dai consumatori.

5. INTERNET  – «Internet? É solo Hype!» Anche questa dichiarazione viene dal genio visionario Bill Gates. Era il 1993.

6. FACEBOOK – Il guru dei media Rupert Murdoch nel 2009 sosteneva che Facebook poteva servire solo a trovare i propri parenti e amici online, mentre per condividere musica, interessi c’era Myspace. Forse Murdoch disse queste cose perchè in quel periodo era proprietario del meno fortunato social network di Tom

7. CORRENTE ALTERNATA – Thomas Edison avrà anche inventato la lampadina, ma in termini di potenza di trasmissione della corrente elettrica non era sicuramente lungimirante. Nel 1889 disse «giocare con la corrente alternata è solo una perdita di tempo, nessuno la userà mai». Si sbagliava.

8. IPHONE – Anche il successore di Bill Gates Steve Ballmer ha fatto  i suoi errori. Definì l’iPhone «un normale telefono» e che «non venderà tanto»

9. TELEFONO CELLULARE – Ironia della sorte, fu proprio Matyi Cooper, l’inventore del telefon cellulare, a non credere nella sua creazione. Credeva infatti che l’apparecchio sarebbe stato sempre troppo costoso, anche perle generazioni future e che non avrebbe mai potuto sostituire il telefono fisso.

10. MUSICA IN STREAMING – Steve Jobs era in grado di prevedere molte cose, ma in alcuni casi ha sbagliato anche lui, come per i servizi di musica in streaming, ad esempio Spotify, che credeva non avrebbero mai avuto un ritorno economico