L’uomo che ha mangiato solo caramelle per una settimana

In America: Robb si è cibato solo di dolciumi per 7 giorni. Prima di sentirsi male ed iniziare ad avere...

In America: Robb si è cibato solo di dolciumi per 7 giorni. Prima di sentirsi male ed iniziare ad avere le allucinazioni.

A Natale: regali e dolci. Molti dolci. Tanto che Robb Posch, contributor di Zug, ha pensato: “Chissà quanto riesco a reggere”. E si è messo a mangiare solamente dolciumi, canditi e zuccheri complessi per una settimana intera. Documentando con testo e fotografia questa sua mirabolante impresa. “Avevo pensato addirittura ad un mese di dolciumi, ma poi mi sono reso conto che sarei morto”, scrive. Ed è così ripiegato sui “più comodi” 7 giorni. Ha iniziato con i cioccolatini alla frutta per colazione, M&M’s, lecca lecca canditi. Caramelle, palloni da football di cioccolata, cioccolatini di ogni genere.

SANITA’ MENTALE – Fino al terzo giorno, l’indice di stabilità mentale di Robb si è mantenuto abbastanza operativo. Ma è nella seconda parte della settimana che i problemi sono iniziati ad arrivare. Scatole di cioccolatini intere, di tutti i gusti; al sesto giorno, Robb dice di non avere più le energie per svegliarsi, e continua a dormire “nonostante il suono della sveglia”. Notti in bianco, mal di testa, ma non si arrende. Ancora: babbi natale di cioccolata, caramelle, pesci di cacao. Arriva alla fine. Conclusione della settimana: sette giorni di soli dolci creano un uomo che ha sempre più fame, che sta sempre peggio mentalmente, e soprattutto, a cui i dolci piacciono sempre di meno. Robb, per provarlo, realizza anche un comodo grafico.