|

Tutta la storia delle foto shock di botte della compagna di Massimo di Cataldo

Lei è Anna Laura Millacci, compagna del celebre cantante notissimo negli anni ’90, Massimo di Cataldo. La polizia sta verificando, secondo quanto si apprende, la storia di  Anna Laura Millacci, compagna da 13 anni del cantante Massimo Di Cataldo, che oggi, su Facebook, ha denunciato percosse tali da averle procurato un aborto.

MASSIMO DI CATALDO, LA DENUNCIA – La prima a rilanciare l’appello della donna è Selvaggia Lucarelli, che regala così un volto alla donna senza nome citata da un articolo apparso su Repubblica, “anonimizzato”, poco prima. Sul profilo della donna, appena arrivati, in serata, si legge:

Caro Massimo Di Cataldo non avrei mai voluto arrivare a dire pubblicamente che uomo sei, e a pubblicare queste foto così terribili. Tu che ci tieni così tanto alla tua faccina angelica.. alla tua carriera ormai fatiscente al punto che hai scelto di convivere con due personalità diverse ed opposte peggio di dottor jekil e mr. Hide Sai…dopo 13 anni di un grande amore ma anche grandi sofferenze ho pensato di farti un regalo. L’ultimo degli infiniti che ti ho fatto in questi anni. Il più prezioso: forse ora prenderai coscienza …visto che sembri sempre inconsapevole delle tue azioni come farebbe un bimbo di 3 anni. Forse stavolta ti sto aiutando davvero. Ti regalo la possibilità di fare un Upgrade. Quello di diventare finalmente un Uomo. E non lo faccio per rabbia ma per la nostra piccola Rosalù che ha bisogno di un padre e non di un fratellino piccolo e violento. Buona vita Massimino e buon premio Lunezia. Premieranno il tuo grande onore nei confronti di noi donne tutte.

Accompagna una foto dei due felici.

VIOLENZA ED ABORTO – Lei è una conosciuta artista visuale e compagna di Massimo di Cataldo, e ha pubblicato sul re dei social network una serie d’immagini che mostrano quanto dice di aver dovuto sopportare. Le immagini sono accompagnate da un testo sempre diverso a seconda delle foto: “Queste foto che ho postato sono di venti giorni fa. Ho pensato a lungo se farlo o meno. Ma credo nella dignità e nel rispetto delle donne”. Questa è una delle frasi dedicate al cantante suo compagno che definisce “faccia d’angelo ed aspetto da bravo ragazzo”. Ha denunciato che l’ultima violenza è quella che ha posto la parola fine alla sua storia perché è stata tale da farla abortire: “Questa volta le botte me le ha date al punto da farmi abortire il figlio che portavo in grembo”.

Queste foto che ho postato sono di venti giorni fa. Ho pensato a lungo se farlo o meno. Ma credo nella dignità e nel rispetto delle donne. Ci sono donne che ogni giorno subiscono violenze e continuano a perdonare. Io il signor di Cataldo, faccia d’angelo e aspetto da bravo ragazzo l’ho perdonato tante volte. Anche quando ero incinta mi ha picchiata e rosalù é un miracolo sia nata. Questa volta le botte me le ha date al punto da farmi abortire il figlio che portavo in grembo. Io non ho un carattere facile e le liti possono accadere. Ma mai nessun uomo potrà mai più farmi questo a me e alla vita. E spero che questo outing e sputtanamento punblico sia utile a tutte quelle donne che subiscono uomini che sembrano angeli e poi ci riducono così . Continuando la loro vita sorridenti e divertiti ..come se nulla fosse accaduto. Di Cataldo se proprio devi continuare a fare musica..,se hai un po’ di dignità non nominare mai più le donne. Perché le hai sempre e solo menate. Proteggiamo i nostri figli dalla violenza e non facciamoci ingannare dalle canzoni romantiche. È questo lo sa bene pure la tua ex moglie Jorgelina

Ad accompagnare le frasi, foto veramente shock.

LEGGI ANCHE: L’uomo che violenta la sorellastra di 9 anni nel parco

 

L’INVITO E LA MINACCIA – Le botte sarebbero arrivate anche in occasione del parto della sua prima figlia, scampata “miracolosamente” alla morte secondo la donna. Che motiva la sua denuncia shock augurandosi che questa rabbia possa aiutare le altre donne umiliate dalle violenze dei propri uomini: “Mai nessun uomo potrà mai più farmi questo a me e alla vita. E spero che questo outing e sputtanamento pubblico sia utile a tutte quelle donne che subiscono uomini che sembrano angeli e poi ci riducono così. Continuando la loro vita sorridenti e divertiti… come se nulla fosse accaduto”. Nella sua accusa la donna ha chiamato in causa anche l’ex moglie del cantante, che a suo dire avrebbe subito le stesse violenze. L’ultimo appello è riservato al compagno: “se proprio devi continuare a fare musica… se hai un po’ di dignità non nominare mai più le donne. Perché le hai sempre e solo menate. Proteggiamo i nostri figli dalla violenza e non facciamoci ingannare dalle canzoni romantiche”.

LA RISPOSTA DI MASSIMO DI CATALDO
– Poco fa il cantautore ha risposto via Facebook alle accuse dell’ex compagna:

Solo poco fa ho appreso da facebook cosa sta succedendo e sono sconvolto. Come può una donna, madre di mia figlia, arrivare a tanto, alterando la realtà, solo perchè una storia finisce? Farò di tutto per tutelarmi, prima come uomo e poi come artista.

Poi, sul palco del premio che doveva ritirare in serata, torna sull’argomento visilmente emozionato: “Non capisco – dice – è la madre di mia figlia, io la amo tutt’ora. Non capisco, mi vuole diffamare. Magari ha le sue aspirazioni che non riesco a capire. Ma non riesco a parlare male di lei”.

ATTENZIONE, IMMAGINI CHE POTREBBERO IMPRESSIONARE NELLA PAGINA SEGUENTE: