|

Il padre che fa stuprare il figlio per guadagnare coi video porno

Un 42 enne australiano ha ammesso davanti a un tribunale dello stato dell’Indiana (USA) di aver costretto suo figlio a girare dei film porno. Gli investigatori hanno trovato uno dei video su un computer nello stato americano, dove si stavano svolgendo degli accertamenti sul caso.La notizia è stata riportata da 20 minuten.

violenza sessuale

40 ANNI DI CARCERE – Poichè si è raggiunto un accordo tra le parti, non è stato necessario affrontare un processo. Il giudice infatti ha accettato il patteggiamento proposto -40 anni di carcere e l’ammissione di colpa- perchè il fatto era troppo orribile per essere sottoposto a una giuria.

CRIMINI COMMESSI ANCHE IN EUROPA – L’australiano e la sua partner hanno offerto il figlio per prestazioni sessuali anche in altri paesi del mondo e filmato tutto. I crimini hanno avuto luogo in Australia, USA, Francia e Germania.. All’udienza di venerdì l’uomo ha detto di amare suo figlio e di essere dispiaciuto per quanto accaduto. Il fascicolo del tribunale è tenuto sotto chiave, non è quindi chiaro se per “partner” si intenda la madre del bambino, nè di una donna, visto che in inghilterra il termine “partner” è di genere neutro.