Facebook Twitter
Italicum, la diretta streaming del dibattito alla Camera

Minoranza Pd, la lunga strada verso il Congresso

L'Italicum passa, i numeri della fronda dem crescono di pochissime unità. Ora i ribelli guardano al passaggio delle Riforme a Palazzo Madama. Ma l'obiettivo reale è un altro. Preparare le basi per "riprendersi" il partito. Con Speranza che studia da leader CONTINUA

inchieste

  • Facebook Twitter
    Frecciarossa-770x513 La triste parabola di Italo, il treno privato che non fa utili e che sembra ormai su un binario morto
    La triste parabola di Italo, il treno privato che non fa utili e che sembra ormai su un binario morto

    Dall'esordio nel 2012 NTV ha accumulato solo perdite e il futuro si annuncia più fosco che mai. Il contratto di solidarietà per ora ha evitato 300 licenziamenti, ma le prospettive sono grame. C'è chi spinge per una fusione con Trenitalia. Per privatizzare (anche) quest'ultima? CONTINUA

  • Facebook Twitter
    Pse e sinistra europea con Matteo Renzi La sinistra europea e l'incubo 25%
    La sinistra europea e l’incubo 25%

    Le maggiori formazioni legate al Pse attraversano un periodo di crisi o aperte difficoltà, con l'eccezione del PD in Italia. La Spd non è capace di riprendersi dalle due sconfitte di 2009 e 2013, i socialisti di Hollande e Valls collezionano solo passi falsi dopo la vittoria del 2012. Nelle due più importanti elezioni del 2015, in Regno Unito e in Spagna, laburisti britannici e socialisti iberici scontano l'affermazione di formazioni populiste come Ukip e Podemos CONTINUA

  • Facebook Twitter
    migranti-muoiono-deserto I migranti che muoiono nel deserto per arrivare in Italia
    I migranti che muoiono nel deserto per arrivare in Italia

    Per alcuni, tentare la traversata del Mediterraneo in mare è già una fortuna: sono decine di migliaia le persone che sono morte nelle sabbie del Sahara ancor prima di poter sperare di avvistare Lampedusa CONTINUA

  • Facebook Twitter
    MYANMAR-PROTEST-EDUCATION-POLITICS Dove va il Myanmar
    Dove va il Myanmar

    La transizione alla democrazia si deve ancora vedere e i militari comandano ancora incontrastati. La Nobel Aung San Suu Kyi non ha i numeri e la forza per contrastare il Potere che ha solo cambiato veste e le violenze verso studenti e minoranze non si placano CONTINUA